you reporter

Puglia

Lama degli Ulivi, l'ombelico del mondo...vegetale

Nel giardino botanico di Monopoli, in Puglia, le piante più belle del mondo si sono date appuntamento per stupire i visitatori. Spettacolare anche la cornice: una depressione carsica piena di grotte

Lama degli Ulivi, l'ombelico del mondo...vegetale

Lama degli Ulivi

Se c’è un luogo in cui le piante più belle del mondo si sono date appuntamento, questo posto non può che essere il giardino botanico di Lama degli Ulivi, a Monopoli, in Puglia.

Esemplari che abitano gli angoli più remoti e sconosciuti del nostro pianeta, a centinaia di migliaia di chilometri l’uno dall’altro, qui fioriscono insieme in una depressione carsica – la “lama”, appunto – incastonata tra le colline brulle e il mare cristallino.

Gli arbusti della macchia mediterranea e gli ulivi piantati dai Greci 2.500 anni fa, vivono accanto a piante provenienti dall’Australia, dall’Africa o dal Sud America, che qui hanno trovato un luogo accogliente e un clima favorevole.

Il risultato è un autentico capolavoro, in cui lo scorrere del tempo si annulla e i visitatori possono ammirare la poesia racchiusa in ogni singola foglia, oltre a lasciarsi incantare dalla sinfonia di suoni, colori e suggestioni creata dalle più di 2.000 specie che abitano la depressione carsica.

Anche la cornice è ricca di fascino: l’orchestra vegetale, infatti esibisce la propria bellezza sullo sfondo di un territorio costellato di grotte e muretti a secco, costruiti dalle antiche popolazioni che abitavano il tacco d’Italia.

Ancora oggi sono visibili alcune tracce del loro passaggio sulle pareti delle due chiesette rupestri che, dopo secoli, continuano a vegliare su questo angolo di paradiso.

Per informazioni: www.lamadegliulivi.it

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl