you reporter

ELEZIONI

Centrodestra, Furlanetto in pole

Acque agitate nel Carroccio, mentre la coppia Cantarutti-Busatto viaggia verso Barbierato

Centrodestra, Furlanetto in pole

Giorgia Furlanetto conquista la pole position per l’investitura a candidata sindaco, per il centrodestra. Manca però, ancora la fumata bianca dal tavolo regionale di Padova, dove ieri mattina si sono ritrovati i leader dei partiti, per mettere a punto una strategia unitaria in vista delle elezioni del 10 giugno. Nonostante il pessimismo che regnava nella giornata di lunedì, ci sono spiragli che lasciano intravvedere la possibilità di raggiungere un accordo unitario, e una candidatura condivisa. I quattro leader non posso restare indifferenti sull’avanzare della candidatura di Lamberto Cavallari ,che andrebbe a suggellare un’alleanza tra Bobosindaco e Pd, con una larga parte di Forza Italia che osserva con attenzione e interesse.

Ecco perché, nonostante il riserbo dietro al quale si trincerano i protagonisti, qualcosa si muove, e porta alla designazione dell’ex assessore all’Ambiente della Boboter. Secondo indiscrezioni, i quattro partiti della coalizione hanno condiviso come Furlanetto sarebbe la candidatura più autorevole rispetto alle altre due sul tavolo, ossia Emanuela Beltrame per la Lega, e Federico Simoni per Forza Italia. E proprio dagli azzurri è arrivata la disponibilità verso Furlanetto, preso atto che sul nome dell’ex vicesindaco non è possibile trovare consensi. La Lega ancora non si è pronunciata apertamente, pur non avanzando riserve. Ma appare sempre più chiaro che non intende forzare la mano, sapendo che la propria candidata non è particolarmente gradita dalla base.

Un segnale distensivo arriva da Adriano Paroli, segretario regionale FI. “Non mancano le difficoltà e si sta lavorando per gestirle in maniera unitaria”. E subito mostra la carta di riserva qualora non si arrivasse all’accordo. “Vorrà dire – osserva - che il primo turno sarà una specie di primarie con la possibilità di convergere al secondo giro”.

Ovviamente la partita resta apertissima, e lo scenario politico adriese è in continua evoluzione. Secondo voci autorevoli, diversi esponenti della galassia azzurra, facenti riferimento a Sandra Passadore e Mauro Mainardi starebbero approdando sulla Lega, devono solo decidere la modalità: se salire direttamente sul Carroccio o agganciarsi con una lista civica. Anche loro attendono di capire quale sarà il candidato sindaco, di sicuro la candidatura di Beltrame, da circa due anni al fianco della Passadore nel cda della Casa di riposo, potrebbe facilitare tale operazione. Ma la Casa di riposo è una spina dolente in casa leghista, la stessa Beltrame rischia di farne le spese visti i crescenti malumori tra i militanti.

Invece il gps di Luca Cantarutti e Barnaba Busatto, firmatari delle dimissioni che hanno poi portato alla caduta di Bobo, è decisamente orientato verso Barbierato, e quasi sicuramente guideranno la lista civica che rappresenterà la terza gamba a sostegno del candidato civico.

E il Pd, tra sorpresa e sconcerto di fronte all’ormai imminente abbraccio tra Bobo e Spinello si interroga.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl