you reporter

Il caso

Soldi falsi in due negozi, nei guai due napoletani

Soldi falsi in due negozi, nei guai due napoletani. Hanno agito a Rovigo ad ottobre. Inchiesta padovana.

Soldi falsi in due negozi, nei guai due napoletani

La centrale operativa del raggiro era nel quartiere di Scampia a Napoli. È da lì che erano partiti ordini e indicazioni per un 27enne e un 39enne, entrambi del capoluogo campano, in carcere dall’11 marzo scorso per la truffa nei confronti di una 74enne di Piove alla quale avrebbero tentato di scucire 4.800 euro con il pretesto di pagare una supposta cauzione per il figlio nei guai in seguito a un incidente.

Una bufala che ha fatto cadere in trappola altri anziani per un totale di 12 truffe (3 tentate, 9 consumate) che sarebbero state messe a segno nel 2017 nel Padovano e nel Vicentino, mentre a Rovigo i due avrebbero commesso il reato di spendita di monete false in due negozi. Il pm padovano Benedetto Roberti ha chiuso l’inchiesta e ha già sollecitato il processo a carico dei due nei cui confronti il tribunale del riesame di Venezia ha rigettato la richiesta di scarcerazione il 10 aprile scorso.

In particolare, a Rovigo, secondo l’accusa, il 3 ottobre scorso i due si presentano in due negozi per pagare la spesa con soldi risultati contraffatti: il primo tenta di comprare da “Primizie dell’Orto” quattro bottiglie di vino, per un totale di 19 euro, pagando con 100 euro (falsi) e incassando 81 euro di danaro “pulito”; il secondo fa altrettanto nel negozio “Forno Rubiero” ma l’addetta alla cassa lo smaschera e lui se la dà a gambe.

Sono i carabinieri di Piove a individuare i due napoletani grazie alla targa della loro auto che era stata segnalata. In foto alcune vittime riconoscono il 27enne. Incensurato, è lui a presentarsi agli anziani ricevendo istruzioni dalla centrale di Scampia tramite auricolare, mentre il complice, il 39enne, lo aspetta in auto. Cinque mesi dopo l’ultima tentata truffa, i due sono arrestati in un bed and breakfast sul lago di Garda in base a un’ordinanza del gip Cristina Cavaggion: erano appena saliti al Nord per un’altra serie di razzie. Nella centrale di Scampia, infatti, viene sempre aggiornata la lista delle vittime.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl