you reporter

Canaro

Muore sul vecchio posto di lavoro

Graziano Crepaldi, 65 anni, da poco in pensione, passato per fare un saluto i vecchi colleghi. Era stato anche presidente della Cantina sociale.

Muore sul vecchio posto di lavoro

03/05/2018 - 22:08

E’ morto pochi mesi dopo essere andato in pensione. Ucciso da un malore improvviso proprio nell’azienda dove per anni aveva svolto le sue mansioni. Così, mercoledì scorso è morto Graziano Crepaldi, 66enne residente in via Diaz a Frassinelle Polesine, ma molto conosciuto a Canaro dove, a cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90 è stato anche presidente della Cantina sociale.

A nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori del suem, intervenuti a Canaro nel tardo pomeriggio di mercoledì scorso.

Graziano Crepaldi aveva lavorato per diversi anni all’azienda avicola Pagliarini, e mercoledì era passato per salutare i vecchi colleghi e datori di lavoro. “Era molto attaccato all’azienda - spiega il titolare Roberto - per anni ha lavorato con noi in modo impeccabile. Ogni tanto passava di qua per salutarci e magari fornire qualche consiglio di lavoro alle giovani leve. Anche mercoledì aveva fatto capolino in azienda, stava parlando con alcuni lavoratori quando all’improvviso si è accasciato a terra. Una cosa terribile”. Un malore improvviso che ha spezzato per sempre la vita di Graziano. Quasi una assurda beffa, a pochi mesi dal raggiungimento della pensione, e sul vecchio posto di lavoro.

I soccorsi sono stati attivati subito, in via Vittorio Emanuele si è precipitato un mezzo del suem. I medici hanno provato a rianimare il 66enne per parecchio tempo. Ma ogni sforzo è stato inutile, il suo cuore si era fermato per sempre.

In pensione da pochissimi mesi Graziano è sempre stato un grande lavoratore, per anni ha fatto l’agricoltore, in un’azienda agricola gestita con il fratello Vasco. Poi, alcuni anni fa, era passato all’azienda avicola Pagliarini, dove è rimasto fino alla pensione.

Graziano era molto conosciuto a Canaro. Diversi anni fa aveva ricoperto la carica di presidente del Consorzio viticoltori polesani, la cantina sociale che in futuro sarebbe confluita in quella di Conselve. E stato anche attivo in politica, appassionato di calcio, per anni ha seguito le partite dell’Us Canaro. Veniva da una famiglia di agricoltori, legato alla terra, al lavoro e ai valori insiti nella stessa cultura contadina. Lascia la moglie Paola e i figli Davide e Luca.

I funerali saranno celebrati domani alle 10 nella chiesa della parrocchia di santa Sofia a Canaro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl