you reporter

Canaro

Muore sul vecchio posto di lavoro

Graziano Crepaldi, 65 anni, da poco in pensione, passato per fare un saluto i vecchi colleghi. Era stato anche presidente della Cantina sociale.

Muore sul vecchio posto di lavoro

E’ morto pochi mesi dopo essere andato in pensione. Ucciso da un malore improvviso proprio nell’azienda dove per anni aveva svolto le sue mansioni. Così, mercoledì scorso è morto Graziano Crepaldi, 66enne residente in via Diaz a Frassinelle Polesine, ma molto conosciuto a Canaro dove, a cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90 è stato anche presidente della Cantina sociale.

A nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori del suem, intervenuti a Canaro nel tardo pomeriggio di mercoledì scorso.

Graziano Crepaldi aveva lavorato per diversi anni all’azienda avicola Pagliarini, e mercoledì era passato per salutare i vecchi colleghi e datori di lavoro. “Era molto attaccato all’azienda - spiega il titolare Roberto - per anni ha lavorato con noi in modo impeccabile. Ogni tanto passava di qua per salutarci e magari fornire qualche consiglio di lavoro alle giovani leve. Anche mercoledì aveva fatto capolino in azienda, stava parlando con alcuni lavoratori quando all’improvviso si è accasciato a terra. Una cosa terribile”. Un malore improvviso che ha spezzato per sempre la vita di Graziano. Quasi una assurda beffa, a pochi mesi dal raggiungimento della pensione, e sul vecchio posto di lavoro.

I soccorsi sono stati attivati subito, in via Vittorio Emanuele si è precipitato un mezzo del suem. I medici hanno provato a rianimare il 66enne per parecchio tempo. Ma ogni sforzo è stato inutile, il suo cuore si era fermato per sempre.

In pensione da pochissimi mesi Graziano è sempre stato un grande lavoratore, per anni ha fatto l’agricoltore, in un’azienda agricola gestita con il fratello Vasco. Poi, alcuni anni fa, era passato all’azienda avicola Pagliarini, dove è rimasto fino alla pensione.

Graziano era molto conosciuto a Canaro. Diversi anni fa aveva ricoperto la carica di presidente del Consorzio viticoltori polesani, la cantina sociale che in futuro sarebbe confluita in quella di Conselve. E stato anche attivo in politica, appassionato di calcio, per anni ha seguito le partite dell’Us Canaro. Veniva da una famiglia di agricoltori, legato alla terra, al lavoro e ai valori insiti nella stessa cultura contadina. Lascia la moglie Paola e i figli Davide e Luca.

I funerali saranno celebrati domani alle 10 nella chiesa della parrocchia di santa Sofia a Canaro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl