you reporter

Piazza XX Settembre

“Fermate quella baby gang”

La protesta dei residenti. E l'assessore assicura: interverremo

“Fermate quella baby gang”

Degrado in piazza XX Settembre, giardini al buio, poca sicurezza e spaccio di droga. E l’ombra di una baby gang che fa i comodi suoi minacciando e intimorendo i residenti delle abitazioni vicine. Ed adesso arrivano le proteste degli abitanti che chiedono interventi per ristabilire la sicurezza in quell’area.

Continua la polemica, intanto, con al centro alcune aree verdi della città. Il vicesindaco, e assessore al decoro, Andrea Bimbatti, annuncia che “presto si interverrà per mettere mano ad alcune situazioni che non vanno bene. Ci sono troppi giardini pubblici che sono scarsamente illuminati. Occorrerà migliorare la cura de decoro urbano in queste aree e potenziare l’illuminazione. Questo è già il primo punto per migliorare la sicurezza. Fra i giardini dove intervenire c’è anche l’area Due torri, di fronte a piazza Matteotti. Per questo c’è già in piedi un progetto dell’amministrazione comunale”.

E poi piazza XX Settembre, da giorni nell’occhio del ciclone per accuse di vandalismi e incuria, ed anche fenomeni di spaccio di droga. “Davanti alla Rotonda - continua Bimbatti - occorre valutare l’aumento dei dispositivi di videosorveglianza. So che ci sono lamentele, cercheremo anche una maggior collaborazione da parte delle forze dell’ordine, per aumentare i controlli. E poi verificare come l’area è servita dalla videosorveglianza e se serve cercare di rinforzarla. Insomma si deve intervenire”.

E proprio su piazza XX Settembre continuano le segnalazioni e le proteste da parte dei cittadini. Una residente lamenta che “la situazione di degrado dura da troppo tempo. I residenti della zona protestano per schiamazzi, musica a tutto volume, atti di vandalismo compiuti da gruppi di giovani”. E insiste: “Piazza XX Settembre è un luogo dove si spaccia droga e si bevono alcolici anche in pieno giorno. E’ ora che la città prenda coscienza di questa situazione”. E ancora: “Alcuni abitanti della piazza mi hanno confidato che in certe ore della giornata hanno paura di uscire di casa e di passare in mezzo a questi gruppi. Non osano rivolgere loro la parola per paura della reazione. Dove sono i genitori di questi ragazzi?” E continua: “Si tratta di una ferita aperta per tutta la città. Mi rivolgo all’amministrazione comunale, ma anche alle istituzioni religiose e al vescovo, visto che tutto questo avviene davanti alla chiesa della Rotonda, un gioiello visitato dai turisti. Che figura ci fa Rovigo con questa situazione di degrado?”

Un vero e proprio j’accuse che fa il paio con la segnalazione-denuncia del giorno prima fatta dal consigliere comunale Antonio Rossini. Il politico di Fare aveva segnalato continui episodi di spaccio di droga in piazza XX, e poi atti vandalici, danneggiamento dell’arredo della piazza. Situazioni che a più riprese hanno sollevato l’indignazione dei rodigini. Che ora chiedono a istituzioni e forze dell’ordine di intervenire.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl