you reporter

Salara

Comal addio, l’azienda torna a casa

L’impresa che produce insaccati di alta qualità ha riaperto lo stabilimento a Modena. Dopo il terremoto del 2012, per sei anni aveva delocalizzato tutta la produzione in Polesine.

Comal addio, l’azienda torna a casa

Addio a Salara: la Comal torna a casa. L’azienda alimentare, che produce salami di alta qualità, da ieri ha ricominciato la propria produzione a Novi di Modena, dove è nata, dopo essere stata per sei anni “ospite” a Salara. Il trasloco, datato 2012, era avvenuto in seguito al terribile terremoto dell’Emilia, che - tra i tanti danni - aveva reso inagibile i locali dell’azienda stessa.

Oggi, il ritorno nel modenese, dove il presidente della Regione, e delegato alla ricostruzione, Stefano Bonaccini ha inaugurato il nuovo stabilimento. “Un’altra azienda del territorio - le sue parole - che ritorna a lavorare e produrre in Emilia-Romagna, grazie a un intenso lavoro svolto da istituzioni locali e proprietà per non perdere il contatto con un marchio prestigioso”.

“Abbiamo sostenuto la ferma volontà di questa impresa di voler rientrare a casa, nonostante le facilitazioni e risorse che pure la Regione Veneto aveva offerto alla proprietà”, ha aggiunto Bonaccini. L’azienda, infatti, non ha mai interrotto la produzione, continuandola, in questi anni, proprio a Salara, in Polesine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl