you reporter

Il caso

Prostituzione lungo la Statale 16

Una ragazza adesca in strada alle porte della città: un fenomeno inedito per il Polesine.

Prostituzione lungo la Statale 16

La prostituzione arriva in strada. D’accordo, è il mestiere più antico del mondo. Ma, almeno dalle nostre parti, non eravamo abituati ad un fenomeno così evidente. Prostitute in strada, insomma, non se n’erano mai viste, se non in rarissimi casi. Il che non vuol dire che le professioniste del sesso a pagamento in Polesine non ci siano: tutt’altro.

Ma se fino a questo momento l’adescamento avveniva sul web, e la cosa continuava poi al chiuso di appartamenti in affitto, con fastidio soltanto per condomini e vicini di casa, ora a quanto pare si registra un’inversione di rotta. E in qualche modo un ritorno all’antico.

Non si spiega altrimenti, se no, la comparsa, lungo la Statale 16, alle porte di Rovigo, della ragazza che vedete nella foto, immortalata nella notte tra mercoledì e ieri mentre esercita quello che viene definito il mestiere più antico del mondo.

Insomma, anche a Rovigo fa la sua comparsa la prostituzione in strada, per di più su una trafficatissima Statale. La foto, come si può vedere - sebbene un po’ sgranata, a causa della distanza e del buio - è stata fatta al chilometro 51 della Statale Adriatica, nel territorio del comune di Bosaro, a meno di 10 chilometri dal centro di Rovigo. Ferma, a bordo strada, una ragazza, 25 anni circa, probabilmente dell’Est Europa, in atteggiamento inequivocabile.

Scarpe con il tacco alto, gonna succinta, corpetto che mette in risalto il décolleté. Ferma, sul ciglio stradale, in attesa, oppure impegnata in brevi camminate avanti e indietro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl