you reporter

Periferie

Ex forno, Casa Barotto, ex sede vigili

Il sindaco: “Prostrazione psicologica a causa del rilancio del privato. Andrò dai carabinieri”

Ex forno, Casa Barotto, ex sede vigili

Niente più recupero dell’ex ospedale Maddalena. Ora è ufficiale. E rimodulazione del progetto per la riqualificazione della Commenda con un raddoppio delle strade da sistemare (da 5,5 a 11, 7 chilometri) e ristrutturazione e destinazione degli immobili Casa Barotto, ex forno di piazza Annonaria, ex sede della polizia locale in piazza Garibaldi.

La giunta comunale ha approvato ieri la richiesta di rimodulazione che sarà proposta alla presidenza del Consiglio entro l’8 giugno.

E il sindaco è andato giù duro contro chi “prima si è ritirato dal progetto, poi ha provato a rilanciare chiedendo quasi 4 milioni di euro al Comune. ma qua non siamo al casinò e questo tira e molla mi ha lasciato in uno stato di prostrazione emotiva. E per questo nei prossimi giorni segnalerò la cosa ai carabinieri. Mi sento frustrato, sottoposti a coazione psicologica. Questi signori dovranno spiegare alla città perché hanno rinunciato alla bonifica di un punto nero della città, l’ex Maddalena, sede di degrado e criminali, rifugio d ladri e ricettacolo di ratti e incuria. Mi sento come se fossi stato vittima di un’estorsione. Hanno provato proprio oggi a rilanciare chiedendoci un contributo di 4 milioni di euro. Non è così che si fa, non è con una lettera di diffida che ci si rapporta con il sindaco. Dono pronto a segnalare questi atti ai carabinieri, e a valutare eventuali vie legali”

Un Massimo Bergamin davvero furente quello che ieri, pur non nominando mai la ditta Cefil, ritiratasi dal progetto, ha definito vergognoso il suo comportamento “ma con chi credo o di avere a che fare. Invito i cittadini e le associazioni di Rovigo ad organizzare manifestazioni al Maddalena, che sarà sempre sotto la nostra attenzione, occupiamolo. Propongo un girotondo, una catena umana attorno all’ex Maddalena. Per il parco invece parte la procedura di esproprio”.

A illustrare la rimodulazione del progetto Commenda è stato il responsabile unico del procedimento Ruggero Tezzon. I 13,5 milioni di euro chiesti alla presidenza del Consiglio serviranno non più per la riqualificazione dell’ex Maddalena, ma per il recupero di altri tre immobili che erano già stati inseriti nell’originario progetto. “Raddoppiato anche il reticolo delle strade che saranno sistemate. Non solo asfaltate ma messe a punto anche dal punto di vista delle fognature, i sottoservizi, i marciapiedi, le linee per la raccolta dati, la videosorveglianza. E poi rifatti 94 punti luce”.

Le nuove strade che saranno rimesse a nuovo sono le vie Bramante, Gramsci, tasso, Tisi, Gorizia, Anita Garibaldi, via Silvestri, via D. Piva (confermato il rifacimento delle vie Monti, Bernini, Frassinella, Malipiero, Filzi, Europa, Piazza Palatucci, via Alfieri, via Bonifacio). Per la sistemazione di queste strade in Commenda e centro saranno utilizzati 8 milioni 440mila euro del finanziamento statale.

Gli immobili “Saranno poi recuperati - ha continuato Tezzon - tre immobili, che saranno anche destinati ad altra funzione. Per questi saranno utilizzati 2,9 milioni di euro”. In particolare l’ex sede della polizia locale di piazza Garibaldi (740 metri quadrati per un valore di 951mila euro) sarà destinata a ospitare uffici, abitazioni e negozi. Casa Barotto (742 metri quadrati, 1,1 milioni di euro) sarà destinato fini commerciali, direzionali, a residenza pubblica. L’ex forno d piazza annonaria 8498 metri quadri, 779mila euro) destinato a uso pubblico: auditorium e sala riunioni.

Tezzon ha anche precisato che in tutti questi mesi sono stati prodotti “1.403 fra documenti, pec, risposte, atti”.

Ora il Comune manderà la pec a Roma con la rimodulazione del progetto, e nella prossima settimana ci attiveremo per chiedere un incontro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl