you reporter

Il caso

Il chiosco in balia delle indecisioni

Il titolare del bar di piazza Merlin ha portato via le sue cose, ma di rimozione “non se ne parla”.

Il chiosco in balia delle indecisioni

Non è l’inizio della smobilitazione. Per quella ci sarà tempo, e non si sa ancora quando e se comincerà. E non è nemmeno un trasloco. Semplicemente il titolare del chiosco bar di piazza Merlin ha iniziato a portar via le sue cose. La situazione del chiosco verde ancora non si è risolta, e nonostante la crociata voluta dall’assessore Paulon nelle scorse settimane, una via d’uscita proprio non c’è. Tra tre giorni scade la concessione per la gestione del chiosco. Non verrà rinnovata, facendo così diventare l’installazione che per 20 anni ha offerto ristoro, caffè e gelati, un chiosco abusivo. E lasciando la piazzetta con una immobile abbandonato e destinato al degrado.

Giovedì Daniele Zago, titolare del chiosco, ha portato via sedie ed altre cose dal bar. Porte a vetri aperte e desolazione all’interno. “Per ora - ha precisato - resto in balia degli eventi. Non si è ancora capito cosa succederà, chi smantellerà l’immobile. Io no di sicuro, perché non ho le risorse per farlo”.

Qualche sera fa il tema chiosco era stato uno degli argomenti forti del vertice di maggioranza. L’assessore al commercio Luigi Paulon aveva provato a rassicurare i consiglieri di maggioranza dicendo che una soluzione era possibile. In realtà tutto è ancora in alto mare. L’ipotesi di un bando per una futura gestione è tecnicamente possibile, ma prevede tempi lunghi, con la prospettiva di lasciar passare l’estate e forse anche i mesi autunnali. Poi, con i tempi del Comune... Insomma: sembra un’idea messa l’ apposta per far naufragare tutto.

Alla fine di settimane e mesi di polemiche, divisioni in maggioranza e prese di posizione il risultato potrebbe essere dunque quello di un chiosco che resta chiuso in mezzo alla piazzetta. Un simbolo di degrado e abbandono a dimostrazione di una gestione approssimativa della vicenda.

Si tratta di uno dei punti più controversi dei tanti dossier seguiti dall’assessore Paulon. Sul chiosco lui, ma anche altri esponenti della maggioranza, come il presidente del consiglio comunale Paolo Avezzù, ha più volte ribadito di non voler lasciare quella costruzione in piazza Merlin. Cosa che li ha anche fatti entrare in contrasto con altri elementi del centrodestra rodigino. E proprio Paulon da tempo è in rotta di collisione con una parte di Forza Italia che spinge per una sua uscita di scena dalla giunta comunale. Intanto sta per scadere il giorno della concessione: da martedì prossimo il bar verde di piazza Merlin diventerà abusivo. E da quel momento scatterà il conto alla rovescia per vedere quanti giorni rimarrà al suo posto facendosi beffe di chi da mesi si batte per rimuoverlo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl