you reporter

Il caso

Bancadria, stop alla fusione

Nuova ispezione della Banca d’Italia.Si ferma il processo in corso con la Bcc dei Colli

Bancadria sì stentato alla fusione con i Colli Euganei

Il quartier generale di Bancadria

Certo che, per un motivo o per l’altro, queste ispezioni della Banca d’Italia cominciano ad essere un po’... numerose. Forse troppe per non ingenerare qualche sospetto.

E di certo tante per un istituto di credito locale come Bancadria, dove la presenza degli ispettori crea certamente ogni volta più di uno scossone alla normale attività dell’istituto. Questa volta a farne le spese è il regolare avvio del progetto di fusione con la Bcc dei Colli Euganei. L’arrivio degli ispettori di Bankitalia comporta automaticamente lo stop alla fusione. Stop che è arrivato proprio il giorno prima che l’iter prendesse ufficialmente il via. Casualità? Certamente.

Ma in questa vicenda (parliamo delle ispezioni, non della fusione) sicuramente anche le casualità cominciano ad essere un po’ troppo numerose. Ma tant’è. Fatto sta che il “matrimonio” con i padovani per il momento “non s’ha da fare”. Lo confermano anche dalla Bcc sorella, dove calcolano che se tutto va bene se ne riparlerà fra qualche mese.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl