you reporter

Rugby Eccellenza

“Due anni fantastici a Rovigo”

“Due anni fantastici a Rovigo”. I ricordi di Matteo Muccignat, che lascia i Bersaglieri dopo due belle stagioni. Il pilone: “Mi dispiace andar via. Ora penso al futuro, anche da allenatore”.

“Due anni fantastici a Rovigo”

“Dispiace non far più parte di questa squadra, in quanto mi ha dato tanto e devo dire che, anche se non sono riuscito a dare il massimo nella seconda stagione, ho comunque fatto il possibile per essere un pilone di qualità e sempre a disposizione della squadra”.

Così Matteo Muccignat, uno dei volti noti di questi ultimi due anni nella formazione rossoblù, che l’ha indossata fino alla finale dello scorso anno contro il Calvisano. Purtroppo, si è fatto male nella semifinale contro il Petrarca Padova, e non è sceso in campo al cento per cento proprio in finale.

“Da giocatore - dice Matteo Muccignat - devo dire che è stata una situazione veramente difficile da trascorrere, in quanto ‘rompendomi’ nella semifinale non ho potuto dare il massimo in finale ed è normale pensare che forse le cose potevano essere ben diverse, ma non lo sapremo mai”.

“In aggiunta - spiega ancora - quest’anno ho iniziato ad allenarmi con la squadra in ritardo, proprio perché ho dovuto operarmi all’avambraccio e non è stato semplice il recupero”. “Ho diversi ricordi belli di questi due anni - aggiunge - dato che ho trovato persone disponibili e che mi hanno dato molto per continuare a crescere”.

“Sicuramente la società avrà avuto le sue giuste motivazioni per non includermi nel progetto per il prossimo anno, anche se inizialmente si era parlato di tre anni, ma va bene così, guardo già al mio futuro”. Ed è proprio della prossima stagione che parla il pilone, ormai ex rodigino: “Mi sto già sentendo con società che hanno un progetto importante per me, non solo a livello di giocatore, ma soprattutto per quanto riguarda un mio futuro come allenatore. Questa sarebbe una bella opportunità per continuare a rimanere all’interno del mondo del rugby una volta terminata l’esperienza da giocatore”.

“Per ora non posso sbilanciarmi, ma sono convinto che potrò fare bene, togliermi delle belle soddisfazioni ed arrivare a raggiungere degli obiettivi di tutto rispetto - conclude l’ex Bersagliere - Ringrazio comunque la Rugby Rovigo dell’opportunità che mi è stata data e di tutto quello che hanno fatto per me in questi due anni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl