you reporter

Guarda Veneta

Erba alta, giro di vite dell’amministrazione

Il sindaco Colò ordina lo sfalcio, soprattutto per la sicurezza dei cittadini

Erba alta, giro di vite dell’amministrazione

Il sindaco Erminio Colò

Manutenzione delle aree verdi, pulizia fossi, taglio rami e siepi sporgenti su strade comunali. E’ questo l’oggetto dell’ordinanza con la quale il sindaco di Guarda Veneta, Erminio Colò, impone ai suoi concittadini la manutenzione e la pulizia delle aree verdi del territorio comunale.

“Valutata la necessità di mantenere costantemente puliti i cigli, le scarpate, le aree ed i fossi, ed in particolare quelle prospicienti le strade comunali - si legge nell’ordinanza - al fine di rendere più sicura la viabilità vicinale d’uso pubblico e le abitazioni, in maniera tale da evitare eventuali pericoli per l’incolumità dei cittadini e per la pubblica sicurezza ed in particolare in prossimità delle curve, le siepi e le ramaglie dovranno essere contenute come prescritto dal codice della strada”.

“Rilevato che, al fine di garantire il regolare scolo e deflusso delle acque in caso di abbondanti piogge, occorre mantenere puliti gli alvei dei corsi d’acqua superficiali nonché dei fossati ed i canali presenti sul territorio comunale - si legge ancora nell’ordinanza - considerato che la scarsa manutenzione delle aree e il non regolare scolo e deflusso delle acque può comportare, a causa del ristagno, l’insorgere di numerosi problemi di carattere igienico-sanitario, quali il richiamo per topi, il proliferarsi di insetti e la formazione di putrescenze maleodoranti; considerato che, in caso di incidenti dovuti ad incuria del fronte strada, possono esservi responsabilità civili e penali per i proprietari delle siepi e delle piante invadenti o dalle scarpate non correttamente sfalciati - continua - si ordina a tutti i proprietari, affittuari, conduttori e detentori a qualsiasi titolo di fondi rustici e di fabbricati adiacenti ad abitazioni private, strade, piazze, viali, marciapiedi, aree pubbliche, di procedere agli interventi necessari a garantire la perfetta pulizia e manutenzione dei luoghi”.

Taglio dell’erba e della vegetazione in genere, rimozione dello sfalcio, regolazione di siepi,taglio dei rami, taglio di radici e di parti arboree che provocano danno ad aree pubbliche, sono gli interventi intimati dal primo cittadino che fa inoltre sapere che, in caso di inadempienza, i contravventori saranno passibili di sanzioni dai 25 ai 594 euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl