you reporter

Il lutto

Addio Gianni Andreoli, vigile del fuoco eroe

E' stato anche un volto noto dello sport polesano. Aveva 73 anni.

Addio Gianni Andreoli, vigile del fuoco eroe

Se ne è andato Vittorino Andreoli, per tutti Gianni, per trent’anni pompiere in forza al comando di Rovigo. Aveva 73 anni, e da qualche mese combatteva contro una malattia che alla fine, ieri mattina, se l’è portato via. Lascia una moglie, Carla Brancalion, e due figli, Luca e Stefania, quest’ultima vive in Sicilia.

Vittorino Andreoli viveva a Borsea, ma era molto noto in tutta la città e nel Medio Polesine. Per la sua attività di pompiere, intanto: negli anni, era stato impegnato nei territori terremotati, dall’Irpinia al Friuli. Ma anche qui da noi, in Polesine, si era distinto per veri gesti di eroismo: tra le altre cose, aveva salvato un bambino che rischiava di annegare nel Po; e si era prodigato persino donando il proprio sangue per salvare una bambina, a Venezia.

Ma “Gianni” era un punto di riferimento anche nel mondo dello sport polesano: come innamorato di calcio, e dirigente e persino allenatore a Pontecchio e Bosaro, intanto; per poi dedicarsi al ciclismo, di cui è stato per molto tempo giudice di gara.

I suoi funerali saranno celebrati lunedì mattina alle 10.15 nella chiesa di Borsea. Parteciperà alla cerimonia anche una delegazione del comando provinciale dei vigili del fuoco di Rovigo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl