you reporter

Lendinara

Un’ordinanza contro abusivismo e degrado

Nel mirino i proprietari di tutti gli edifici e terreni in stato di abbandono

Un’ordinanza contro abusivismo e degrado

Approvati dalla giunta comunale gli importi delle somme da pagare, da parte di chi non osserva l'ordinanza sindacale volta a contrastare il degrado e l'occupazione abusiva di edifici e di terreni in stato di abbandono. Cinquanta euro sarebbe la somma prevista da pagare in caso di violazione. L’importo è però, secondo l’amministrazione, “di entità modesta ed irrisoria, in tutta evidenza inadeguato a costituire un deterrente all’abbandono di edifici e terreni”, come precisa la delibera. Un deterrente più efficace dovrebbero quindi essere le nuove somme previste per chi non dovesse osservare l’ordinanza sindacale: 200 euro per la prima violazione, 300 per la seconda e dalla terza in poi 500 euro.

Nel mirino dell’ordinanza ci sono tutti i proprietari di edifici e di altre costruzioni e terreni che siano tenuti in stato di degrado e abbandono. A loro il computo di intervenire per tamponare il problema. A sottolinearlo è proprio la delibera di giunta, che ricorda come l’ordinanza sindacale sia chiara sugli interventi da eseguire. I proprietari devono provvedere a recintare l’area e ad impedire che venga abusivamente occupata: l’accesso dalle aree perimetrali deve essere bloccato, anche con l’utilizzo di materiale adeguato che possa fisicamente diventare una barriera. L’impedimento fisico non è l’unico obbligo che i proprietari devono assolvere: strumento fondamentale per contrastare degrado e abusivismo deve essere la vigilanza, che va ripetuta con intervalli non superiori ai quindici giorni.

Anche in questo caso, il proprietario potrà avvalersi di tutta la strumentazione più adatta, dalla tecnologia ai professionisti di vigilanza privata. Ogni infrazione andrà comunicata al comando di Polizia Locale e la situazione di sicurezza andrà ripristinata, se necessario rimettendo al loro posto i materiali rimossi. La lista delle cose da fare per i proprietari, però, non è ancora finita, perché entro 60 giorni dall’entrata in vigore dell’ordinanza dovranno presentare alla Polizia Locale una relazione tecnica che illustri i tempi e le modalità di intervento per rendere i luoghi inaccessibili.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl