you reporter

Eventi

Natale, luminarie e mercatini già partita la caccia ai soldi

Ecco le prime iniziative, ma servono contributi: in tutto circa 70mila euro

Natale, luminarie e mercatini già partita la caccia ai soldi

Il Natale si imposta a luglio, ma servono risorse. E’ cominciata ieri la discussione sulla programmazione degli eventi natalizi che animeranno il centro storico di Rovigo nel periodo delle festività di fine anno.

Nell’ufficio dell’assessorato al commercio si sono riuniti i responsabili di Confesercenti, delle altre categorie del commercio e del Comune di Rovigo, con l’assessore Luigi Paulon.

E’ stato stabilito che il dicembre natalizio del 2018 ricalcherà, per quel che riguarda il centro storico, quello del 2017, e quindi casette per i mercatini in piazza Vittorio Emanuele. Anche piazza Garibaldi accoglierà esposizioni ed altre iniziative. Il punto critico però riguarda il budget per allestire il tutto. L’ammontare dei costi potrebbe aggirarsi sui 70mila euro, e da ieri è scattata la caccia alle risorse necessarie. Considerando che nel prossimo dicembre non ci sarà il contributo che l’anno scorso la Camera di commercio aveva assicurato attraverso le associazioni di categoria. Ecco allora che occorrerà fare il punto sui fondi disponibili. Compreso quello per le luminarie.

Nello scorso Natale la copertura finanziaria per le luci in centro era stata in parte assicurata dai commercianti (con oltre 10mila euro), e in parte da altre sponsorizzazioni. Per il Natale 2018 per ora c’è un grande punto interrogativo. Cercasi soldi per le luminarie, quindi. Mentre sponsorizzazioni e contributi potrebbero finanziare il grosso abete che sarà allestito sul liston di piazza Vittorio Emanuele. Il Comune da parte sua contribuirà con la fornitura di elettricità e l’occupazione del suolo pubblico.

Tornando al mercatino sul liston ci saranno dei cambiamenti rispetto al Natale 2017, le casette in legno saranno in città dalle feste dell’8 dicembre, e non dall’ultima settimana di novembre. In compenso il mercatino resterà aperto durante tutti i giorni che accompagneranno Rovigo al Natale e non nei soli giorni del week end. Le cose da definire, però, sono ancora diverse, oltre alla definizione del budget disponibile, anche l’organizzazione di eventi collaterali e animazione per i bambini. Cose che verranno messe a punto nei successivi vertici.

Venerdì prossimo, intanto, il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin ha convocato i rappresentanti di Confesercenti, Ascom, Centro città Rovigo e Pro loco per un confronto sulle nuove direttive del ministero dell’Interno sull’organizzazione degli eventi e per delle comunicazioni su manifestazioni in città.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl