you reporter

Rovigo

Quei quattro vuoti a perdere

Ex pompieri, forno, Casa Barotto e palazzo della cultura escono dall'accordo con Cefil e Reale: non saranno sistemati.

Quei quattro vuoti a perdere

L’ex caserma dei vigili del fuoco, in fondo a vicolo Donatoni e all’ombra del castello simbolo della città, è destinata a rimanere una cittadina fantasma. E chissà ancora per quanto. L’ex forno comunale, nascosto in un anfratto dietro piazzetta Annonaria, continuerà ad essere rifugio per topi e piccioni, con i muri che si sbriciolano nella morsa delle piante rampicanti.

Casa Barotto sarà ancora per molto tempo un rudere ai confini della Commenda, limite estremo dello sviluppo della città. E l’ex palazzo dei vigili urbani, in piazza Garibaldi, sarà ancora noto come “palazzo della cultura”, per ospitare i relativi uffici del municipio.

E’ l’effetto a cascata del nuovo accordo trovato dal comune con le ditte private Cefil e Reale per il recupero del Maddalena. Il nuovo patto prevede che il comune paghi l’acquisto dell’ex ospedale della Commenda: nelle casse dei privati, 2,6 milioni di euro, che serviranno ad estinguere l’ipoteca sull’immobile.

Escono di scena, dunque, le contropartite che erano state concordate - e ribadite con una apposita delibera di giunta soltanto nel febbraio scorso - quando si pensava che i privati potessero “regalare” il Maddalena al comune.

Se il conferimento gratuito dell’immobile fosse andato in porto, infatti, i due costruttori avrebbero potuto mettere le mani su quattro edifici di proprietà del comune, per sistemarli e poi gestirli (rientrando dalle spese e quindi guadagnandoci) per un periodo inizialmente fissato in 20 anni.

E, nel quadro della riqualificazione del Maddalena e della Commenda, altre quattro aree degradate sarebbero state riportate a nuova vita, con un effetto domino positivo per altrettante zone di Rovigo.

Ora è altamente probabile che quelle aree tornino nella lista dei beni in vendita. Sempre che ci sia qualcuno disposto a tirare fuori i soldi per comprarseli, sistemarli e farli tornare a vivere. In questo momento, più un miraggio che una reale possibilità.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl