you reporter

Badia Polesine

Erba alta, pugno di ferro coi privati

L'assessore Segantin: “I privati che lasciano incurate le proprie aree verdi dovranno provvedere alla loro pulizia”. Multe da 500 euro

Erba alta, pugno di ferro coi privati

L’assessore Stefano Segantin dichiara guerra all’erba alta. Stanco di vedere terreni privati lasciati in stato di abbandono, senza alcun tipo di accorgimento per la pulizia dell’ambiente e del decoro urbano, il rappresentante dell’amministrazione con delega all’ambiente ha deciso che entro breve questa situazione non verrà più tollerata. “Vogliamo intimare i privati che lasciano incurate le proprie aree verdi a provvedere alla loro pulizia – è l’avviso dell’assessore – non è possibile tollerare ulteriormente una situazione del genere, ed essendo zone private il comune non può intervenire”.

Segantin ha individuato il problema in varie zone del comune, dal centro alle frazioni, a partire da quella di Villafora, dove l’assessore risiede, in particolare in via Codegheggio. Pure l’area industriale di Crocetta presenta una situazione allarmante, ma l’invito a fare “pulizia” è rivolto anche a chi possiede terreni da costruire lasciati all’incuria ed ai curatori fallimentari. “Le persone vengono a lamentarsi in comune per l’erba alta, ma in questo caso non possiamo intervenire – continua l’assessore all’ambiente – bisogna però far presente che è necessario provvedere alla pulizia dei propri terreni almeno 4-5 volte all’anno, così come fanno tutti. Esistono già un’ordinanza del 2014 e un regolamento comunale a questo proposito, tra l’altro è previsto che i proprietari provvedano anche alla pulizia dei marciapiedi che confinano con le proprie aree”.

Oltre all’aspetto legato al miglioramento del decoro urbano, il problema dell’erba alta influisce pure sulla vivibilità e sicurezza dell’ambiente, soprattutto in questo periodo: “Lasciare l’erba da tagliare è pericoloso – fa notare Segantin – perché favorisce l’insediamento delle zanzare e, in questo momento di allerta dovuto alla diffusione del virus West Nile, è ancor più necessario fare in modo di evitare che ciò accada e di mettere in atto tutte le accortezze preventive”. Anche chi abita nelle vicinanze di queste aree abbandonate è stanco della presenza dei fastidiosi insetti, ma pure di altri animali poco piacevoli come le bisce. Ma nonostante ci siano tutti gli strumenti normativi atti a combatterlo, il problema dell’erba alta è ancora ben diffuso. “Ora invitiamo a leggere le sanzioni previste a questo proposito dal regolamento di Polizia urbana, perché dalla settimana prossima partiremo con multe dai 500 euro – fa sapere l’assessore a nome dell’Ufficio ambiente – ho già avvertito il comando dell’intenzione, ora i vigili inizieranno con i sopralluoghi ed i verbali”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl