you reporter

BARICETTA

Scuola, il preside sotto accusa

Il parroco e Stoppa scaricano sul dirigente scolastico l’eventuale chiusura della classe prima

Scuola, il preside sotto accusa

E’ fissato per martedì prossimo 7 agosto alle 18.45 nel centro civico di Baricetta, l’incontro pubblico per parlare sul futuro della scuola primaria “Santa Madre Teresa di Calcutta”. Nel volantino affisso in alcuni locali pubblici del paese, a firma del sindaco Omar Barbierato, si legge che “si invitano i genitori della scuola primaria a partecipare all’incontro per importanti comunicazioni”. Non è specificato se interverrà anche il dirigente scolastico Fabiano Paio ma tutto lascia pensare che sarà presente; così pure appare scontato che l’incontro sia aperto al resto della comunità, visto l’impatto e l’interesse generale che sta suscitando.

Nel frattempo alzano la voce il parroco don Paolo Marcello e la presidente della scuola materna Debora Stoppa. “In merito alla vicenda per la mancata apertura della classe prima nel plesso di Baricetta - scrivono in una lettera aperta - al di là delle considerazioni personali che ogni addetto ai lavori ha fatto pervenire alla stampa locale, restano i fatti. Quest’inverno tre famiglie hanno iscritto i loro figli alla classe prima a Baricetta. Fino a giugno, in pieno periodo elettorale, tutto sembrava avviarsi verso la soluzione di una nuova pluriclasse per accogliere i nuovi iscritti, visto che non c’erano i 15 bambini per formare una classe unica. Il giorno 26 luglio, dopo ripetuti solleciti, il dirigente di AdriaDue comunicava che dall’Ufficio scolastico territoriale di Rovigo era stata negata l’istituzione di una nuova pluriclasse.

Nella stessa mattinata venivano informati dell’accaduto anche i genitori, i quali erano invitati, entro il 1^ di agosto, a formalizzare una seconda scelta per iscrivere i loro figli alla classe prima. Lo stesso 1^ agosto una delegazione di baricettesi, preoccupati per la gravità della situazione della nostra scuola, veniva accolta all’Ufficio scolastico territoriale di Rovigo e in quella sede veniva riferito che la scelta di istituire o meno la pluriclasse e far partire la classe prima nel plesso di Baricetta dipendeva dal dirigente di Adria.

A seguito di questa sconcertante notizia e del silenzio delle istituzioni, protrattosi per settimane, si è deciso di lanciare una pubblica richiesta di aiuto affinché si creassero nuove condizioni per salvare la nostra preziosa scuola primaria. Teniamo a sottolineare che il plesso Santa Madre Teresa di Calcutta non è una scuola di serie ‘B’, ma è un’eccellenza sul territorio e i numerosi riconoscimenti pubblici raccolti anche quest’anno ne sono prova eloquente. Ha un territorio d’utenza che non si limita a Baricetta, ma da anni accoglie bambini di Valliera, Ca’ Emo, Fasana e dei comuni vicini! Non vogliamo suscitare ulteriori polemiche, ma chiediamo alle istituzioni un impegno corale per non fare perdere alla nostra comunità questo prezioso e vitale servizio”.

Nei giorni scorsi il dirigente scolastico Fabiano Paio ha pubblicamente dichiarato che “a luglio l'Ufficio scolastico ha comunicato la non autorizzazione di una pluriclasse con i tre bambini di classe prima, ma solo una pluriclasse fra 3^ e 4^ e la 5^ in autonomia, concedendo l'istituzione di due classi prime alla ‘De Amicis’ di Adria”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl