you reporter

Alto Polesine

Don Giancarlo saluta Ficarolo

Dopo quasi quarant’anni il parroco ora lascia la comunità per trasferirsi a Polesella

Don Giancarlo saluta Ficarolo

Dopo quasi quarant’anni, don Giancarlo saluta Ficarolo. Tra qualche settimana, la comunità rivierasca dovrà salutare il parroco don Giancarlo Crepaldi. Già lo aveva annunciato ufficialmente lo stesso parroco al termine di una messa, ma nei giorni scorsi è stato proprio il Vescovo della Diocesi di Adria e Rovigo monsignor Pierantonio Pavanello a darne comunicazione attraverso una lettera inviata a tutte le famiglie del paese. “Carissimi fedeli vi raggiungo con questo scritto per alcune comunicazioni relative al servizio nella vostra comunità Cristiana nel vostro parroco Monsignor Giancarlo Crepaldi – si legge nella missiva - Il servizio di Don Giancarlo ha avuto inizio nel 1980 e sono stati 38 anni di presenza quotidiana costante e premurosa nei confronti di tante persone”. Don Giancarlo è arrivato a Ficarolo come parroco nel 1980, ma era già stato nel paese del campanile pendente qualche anno prima anche come Cappellano.

“Ora, giunto all'età di 80 anni ho ritenuto opportuno chiedergli di lasciare l'ufficio di parroco – continua il Vescovo - Don Giancarlo si trasferirà Polesella dove presterà il suo Ministero sacerdotale in aiuto al parroco don Umberto Rizzi”. Nella lettera, il Vescovo ha poi fatto un accenno anche sul futuro della parrocchia Ficarolese.

“Inizierà un nuovo cammino assieme alle parrocchie di Gaiba e di Salara – spiega - formando assieme una nuova Unità Pastorale, affidata la cura pastorale di don Massimo Guerra, finora parroco di San Biagio di Lendinara, il quale potrà contare sulla collaborazione di Don Ferdinando Salvan, che lascia per motivi di età l'incarico di parroco di Trecenta e Sariano. La nostra Chiesa diocesana sta cercando, come ho scritto nella proposta pastorale di quest'anno, di ripensare Il volto della comunità cristiane per una nuova presenza nel territorio. Vi chiedo pertanto di vivere questa nuova situazione in positivo come un'occasione per rinnovare la vostra comunità e scoprire la bellezza di essere partecipi e con responsabili della vita della vostra parrocchia – continua ancora il Vescovo - Condividere il Ministero di parroco con altre comunità vi chiederà di aprirvi a forme di collaborazione di corresponsabilità anche al di là dei confini della parrocchia. Il cammino insieme con le altre due comunità, se voi lo vorrete, potrà diventare motivo di arricchimento reciproco in questa prospettiva sarà importante ripensare alla vita della chiesa come compito di tutti i battezzati. Ringrazio di cuore Don Giancarlo per tutto il bene fatto tra di voi e gli auguro di poter servire ancora lungo la nostra chiesa – conclude - Analogamente ringrazio don Massimo per aver accettato la proposta di assumere la guida di questa nuova unità pastorale e chiedo per lui o signore la forza e la pazienza necessaria per corrispondere a questa nuova chiamata”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl