you reporter

Sassonia

Sassonia, sulle orme di Lutero: tra castelli, chiese e città d'arte

Il viaggio

Sassonia, sulle orme di Lutero: tra castelli, chiese e città d'arte

Il conto alla rovescia per i 500 anni della religione protestante è già cominciato. L’importante giubileo che avrà luogo in Germania, sarà per tutti, indistintamente dal proprio credo, una grande opportunità per conoscere la storia e i cardini del Protestantesimo.

E per mettersi in viaggio sulle orme di Martin Lutero, bisogna raggiungere la Sassonia, la regione nella Germania dell’est con i capoluoghi Dresda e Lipsia. Niente meno che il cuore pulsante della Riforma Protestante e culla del teologo tedesco (1483, Eisleben), conferita del titolo onorario di “Patria della Riforma” alla fine del 16 secolo.

In Sassonia, a 50 chilometri a nord di Lipsia, si trova la città di Torgau, il vero e proprio centro politico della Riforma, dove Martin Lutero nel 1544 consacrò la prima chiesa protestante della Germania. Si tratta della chiesa del castello di Hartenfels, ex residenza ufficiale dei principi elettori di Sassonia.

Da quest’estate e con ben due anni d’anticipo sull’inizio del giubileo, la Sassonia sarà al centro delle visite di milioni di visitatori, appassionati di storia e turisti. Tutti sulle tracce di Lutero lungo il “Lutherweg”, il percorso che attraversa la Germania, toccando in 27 tappe i luoghi più significativi della Riforma Protestante e della vita del suo iniziatore. Una tappa sassone importante del “Lutherweg”, oltre a Torgau, è Lipsia, città della disputa che portò nel 1519 alla rottura con Roma. Nelle Chiese di San Nicola e San Tommaso, Martin Lutero era solito tenere le sue prediche. L’ultima volta che visitò Lipsia fu nel 1520, per consacrare al Protestantesimo la prima chiesa universitaria in Germania: quella di San Paolo, ristrutturata nel 2007 in stile moderno. Inoltre, il percorso di Lutero porta al villaggio di Grimma, nella regione di Lipsia, dove Katharina Von Bora, moglie di Lutero, visse come suora carmelitana in convento. E ancora a Zwickau, una tra le prime città dove è stata introdotta la Riforma e al castello di Rochlitz.

In preparazione al Giubileo, il “Lutherweg” può senz’altro definirsi per alcuni un “pellegrinaggio” spirituale, ma è soprattutto l’occasione per intraprendere un viaggio alla scoperta di uno dei periodi storici più controversi e incisivi della Storia d’Europa. Forse non tutti sanno che oltre allo studio delle Sacre Scritture, Martin Lutero e sua moglie erano persone molto ospitali con una grande passione per la buona cucina e la birra. Lutero era frequente ospite dell’osteria dove ancora oggi c’è una sala dedicata a lui, la “Lutherstübchen”, con un dipinto che ritrae il teologo insieme al fondatore del ristorante, Heinrich Stromer von Auerbach, suo caro amico e illustre cittadino.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl