you reporter

Furto

Gli rubano due trattori, li ritrova a otto chilometri

Dopo l’amara sorpresa, il proprietario ha seguito le tracce del percorso

Rubati due trattori: il proprietario li ritrova la mattina nascosti in un bosco. Si improvvisa detective e, nelle vesti di un moderno Sherlock Holmes, ritrova i due mezzi agricoli a otto chilometri di distanza, nascosti in mezzo ai boschi.

E’ successo nella mattinata di ieri, quando i titolari dell’azienda agricola “Furini” di Ficarolo, sono arrivati nei loro campi di Stienta dove avrebbero dovuto iniziare, insieme ad alcuni operai, la quotidiana raccolta dei pomodori.

Una brutta sorpresa quando, al loro arrivo sul posto, si sono accorti che alcuni malintenzionati avevano rubato i loro due trattori New Holland 250.66 che gli stessi avevano lasciato nel campo a fine giornata, come spesso capita nel mondo agricolo, per poterli trovare pronti da utilizzare la mattina seguente.

I due trattori non c’erano più. Qualcuno, nottetempo, aveva staccato i rimorchi e gli attrezzi ancora collegati alle macchine e, dopo averle accese, le aveva letteralmente fatte sparire.

Un bottino che si sarebbe aggirato attorno ai 30mila euro di valore, ma che avrebbe costretto gli imprenditori agricoli ad acquistarne altri due ad un costo sicuramente molto più alto di questo.

Immediatamente sono state avvertite le forze dell’ordine per la denuncia e, mentre alcuni dei titolari della società attendevano i carabinieri di Castelmassa giunti poco dopo sul posto per il sopralluogo, uno di loro, Gregorio Furini, ha iniziato a seguire le tracce che gli pneumatici del mezzo agricolo avevano lasciato sul terreno, per cercare di capire dove e come avevano potuto farli sparire.

Le tracce, discretamente visibili sia sul terreno, sia sulla sterpaglia, hanno condotto l’uomo a circa otto chilometri di distanza, dove il proprietario è riuscito finalmente a scorgere i due mezzi agricoli, uno cabinato e uno scoperto, nascosti all’interno di un fitto bosco nel territorio di Fiesso Umbertiano, dove erano stati occultati per poi passare probabilmente in un secondo tempo, per caricarli e farli sparire definitivamente.

Immediato l’intervento dei carabinieri, che hanno raggiunto il titolare per espletare le formalità di un caso che è terminato incredibilmente con un lieto fine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl