you reporter

Badia Polesine

La mensa ad una coop emiliana

La CirFood di Reggio si occuperà dei pasti degli studenti per 496mila euro in due anni

La mensa ad una coop emiliana

Le scuole di Badia sono pronte ad accogliere il nuovo servizio mensa. Gli uffici comunali di piazza Vittorio Emanuele hanno infatti vagliato in questi giorni le proposte giunte per l’affidamento del servizio di ristorazione scolastico. Tre sono le ditte che si sono proposte per aggiudicarsi il servizio mensa dell’asilo nido comunale, la scuola dell’infanzia statale e la scuola primaria statale.

A vincere la gara d’appalto è stata la Cir Food, cooperativa con sede a Reggio Emilia che opera pure in Paesi esteri, tra cui Belgio e Olanda. L’affidamento della gestione del servizio di ristorazione avrà la durata di due anni, vale a dire dal primo settembre prossimo al 31 agosto del 2020, ma l’amministrazione comunale si riserva la facoltà di rinnovare il contratto in essere per un ulteriore anno. La ditta è stata individuata secondo il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo, dopo un attento esame sia dell’aspetto tecnico che economico proposto da ciascuna offerta.

La società vincitrice si è distinta soprattutto su due aspetti, ottenendo il massimo dei punteggi sulla modalità di acquisto e qualità degli alimenti, con particolare riferimento a quelli biologici, e sugli interventi innovativi e migliorativi del servizio. L’offerta avanzata per la gestione del servizio mensa dei prossimi due anni è stata di 496mila euro. Il dialogo tra il Comune e la ditta è già iniziato: “A Cir Food abbiamo fatto sapere che, qualora ce ne fosse bisogno, possono contare sul personale esistente”, ha fatto sapere il sindaco Giovanni Rossi, non escludendo quindi una continuità tra il passaggio di consegne.

Fino all’anno scolastico scorso, conclusosi lo scorso giugno, ad occuparsi del servizio mensa nelle tre scuole è stata l’associazione famiglie degli alunni della scuola materna ed elementare. A seguito della volontà dell’associazione di porre fine alla collaborazione, a fine maggio l’amministrazione ha deciso di dare in appalto il servizio mensa, ritenendo impossibile “gestire il servizio internamente, data l’insufficienza del proprio personale dipendente”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl