you reporter

LA POLEMICA

Affaire Moggi-Coni, si prende tempo

L’uso del logo e le vie legali contro il Comune di Rovigo. Ma la collaborazione tra amministrazione e Coni Rovigo era evidente

Affaire Moggi-Coni, si prende tempo

 Lucio Taschin, delegato provinciale del Coni Rovigo prende tempo. Si trova all’estero da 20 giorni e anche se la querelle sull’uso del logo Coni per la prima edizione del Festival dello Sport lo ha investito anche negli Stati Uniti, dove si trova. Domani, al suo ritorno, si confronterà con Gianfranco Bardelle, presidente del Coni Veneto, che ha anche annunciato che adirà le vie legali contro il Comune di Rovigo.

Dal canto suo l’assessore allo Sport e vicesindaco Andrea Bimbatti in una nota stampa si limita a commentare: “Sono pronto a confrontarmi nelle sedi opportune con i vertici locali, la prossima settimana”.

Dunque anche il Comune prende tempo. Quello che appare evidente è che qualcuno ha montato un caso sull’arrivo di Luciano Moggi a Rovigo mercoledì sera (la piazza era piena, lo ricordiamo) e qualcun altro ha risposto alle provocazioni, cercando di uscirne “pulito” senza un minimo di confronto interno.

Fatto sta che la patata è ancora bollente e la domanda - se il Comune ha utilizzato un logo senza averne autorizzazione, o se il Coni Rovigo, formalmente o informalmente ha concesso l’uso del marchio in locandina - senza una risposta chiara.

Tuttavia una collaborazione tra Coni Rovigo e Palazzo Nodari c’è stata. Ad esempio, in piazza Garibaldi con alcune attrezzature per i giochi dei bimbi. Nel profilo Facebook del Coni Rovigo, poi, era anche stata postata la foto del Festival dello Sport. Foto poi cancellata dal profilo.

Inoltre a parte Moggi, sul palco di piazza Vittorio Emanuele II si sono avvicendati anche atleti nazionali del calibro di Igor Cassina.

A dirla tutta, Luciano Moggi, ex dirigente sportivo e manager calcistico italiano, non si è sottratto ad alcuna domanda, nemmeno quelle relative a Calciopoli, su cui ha anche scritto nel libro, “Il pallone lo porto io”.

Dall’annuncio del suo arrivo, polemiche di ogni tipo, pure un po’ stucchevoli, in particolare sui social network. E infine l’ultima precisazione del Coni nazionale che ha smentito la concessione del proprio patrocinio all’iniziativa Rovigo Sport festival.

Ora il caso diplomatico tra Palazzo Nodari e il Coni point di Rovigo. Dobbiamo attendere un confronto tra amministrazione e delegazione provinciale del Coni in settimana.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl