you reporter

Criminalità

L'esperto: “Sono spietati: difendersi è impossibile”

Un professionista della sicurezza: "Sono ancora in zona e possono colpire ovunque. Una volta che penetrano in casa sono implacabili: si può soltanto cercare di salvarsi”.

L'esperto: “Sono spietati: difendersi è impossibile”

“Sono ancora qui, sono nella zona, ne sono sicuro. Hanno una base e sono ospiti di qualcuno. Potrebbero colpire ancora. Ed è impossibile dire dove, anche se il loro raggio d’azione, fin qui, è stato ben definito. Ma di un’altra cosa sono sicuro: presto a tardi saranno presi”.

Chi parla è un esperto di sicurezza, con una decennale carriera alle spalle. Non vuole rivelare il suo nome, ma la scia di violenza lasciata dalla gang dei rapinatori in Polesine lo ha fortemente colpito. Anche per la crudeltà con cui i tre rapinatori hanno dimostrato di sapersi accanire sulle proprie vittime, al primo accenno di reazione.

“A quel punto - dice l’esperto - diventa davvero difficile fare qualcosa per difendersi. Si può dire che una volta che sono entrati in casa, i rapinatori hanno già vinto. E alle vittime non resta che salvare il salvabile. Il che non vuol dire collaborare con i banditi, ma lasciarli fare per cercare di subire il minor danno possibile. Difendersi? E’ impossibile: loro hanno la cattiveria e la determinazione, oltre al vantaggio psicologico”.

Anche perché - secondo l’esperto - le case in cui colpire vengono scelte accuratamente. Forse anche studiate: “Basta poco per capire chi vive in una casa, e quali sono gli orari di chi la frequenta. Siamo di fronte a professionisti”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola lunedì 27 agosto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl