you reporter

Società pubbliche

Nessuno vuole il Consvipo: zero curriculum per il cda

Siviero può nominare un presidente di sua sponte, altrimenti sarà liquidazione.

Nessuno vuole il Consvipo: zero curriculum per il cda

Nessuna candidatura per il cda di Consvipo. E la crisi del Consorzio di Sviluppo diventa ancora più nera. All’orizzonte, due sole vie d’uscita: la nomina in autonomia, da parte del presidente dell’assemblea Francesco Siviero, di un presidente e un consiglio di amministrazione che però a quel punto non avrebbero la legittimazione (politica, prima ancora che formale) dei sindaci; o la decisione, da parte degli stessi primi cittadini polesani, di portare i libri in tribunale e chiudere l’esperienza del Consorzio di Sviluppo, a 55 anni dalla sua nascita.

E queste saranno ore di febbrili trattative, da parte della politica provinciale, per riuscire a trovare una soluzione. Perché ormai restano poche ore: l’assemblea dei soci è convocata per giovedì pomeriggio, e non sono ammessi rinvii né deroghe. 

Sono scaduti tra domenica e lunedì, intanto, i termini per la presentazione delle candidature in vista dell’assemblea. Ma nessuno, in Polesine, pare interessato a guidare un ente che sembra ormai destinato ad arrivare a fine corsa. E così, nessun curriculum è arrivato sulla scrivania di Siviero che, a questo punto, resta da solo con il boccino in mano: a lui la scelta, se tenere in vita il Consvipo, scegliendo sua sponte un nuovo presidente, o mettere i soci di fronte alle proprie responsabilità. L’anticamera della chiusura.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl