you reporter

La segnalazione

L’importante è fare i lavori due volte

Cassonetti posizionati dove proprio non dovevano stare. E le strisce si... ridipingono. Tanto chi paga?

L’importante è fare i lavori due volte

Poi non veniteci a dire che protestare è una cosa fine a se stessa... A volte protestare è l’unico modo per sopravvivere. Lo hanno dimostrato due episodi avvenuti recentemente in centro a Rovigo dove l’assessorato alla Mobilità, nell’ambito del ridisegno delle strisce (soprattutto quelle blu della sosta a pagamento, ma anche quelle gialle per il posizionamento dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti) era riuscito in pieno centro ad inanellare due perle: i cassonetti posizionati proprio di fronte alle vetrine su cui si affacceranno i tavoli di un ristorante di sushi che deve ancora aprire i battenti, in via Antonio Minelli (fra via Angeli e corso del Popolo) e una sfilata di cassonetti in piazzale Caffarati, proprio sul retro delle Poste e del Duomo. In questo caso guancia a guancia con la porta di una gelateria e sulle panchine e le sedie utilizzate dai clienti per consumare il gelato. E se il ristorante deve ancora aprire, la gelateria lì c’è da anni... E allora, non senza un po’ di fastidio, visto che qualcuno di buonsenso ancora c’è ecco il contrordine: i bidoni da lì vanno spostati. Senza se e senza ma. E via di nuove strisce dopo avere cancellato le precedenti. Ma pensarci prima di spendere i soldi dei cittadini ,era chiedere troppo?

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl