you reporter

L'epidemia

Psicosi West Nile, la bonifica è fai da te

Dopo il terzo decesso, tanti cittadini si rivolgono privatamente a ditte di disinfestazione. Vertice comune-Ulss: domani scattano gli interventi su tutto il territorio cittadino.

Psicosi West Nile, la bonifica è fai da te

Partiranno domani gli interventi di disinfestazione straordinaria dalle zanzare, disposti dalla Regione Veneto per cercare di arginare l’epidemia di West Nile che, in Polesine, ha già causato tre morti, l’ultima delle quali - l’altro giorno - proprio nel centro di Rovigo.

Intanto, però, cresce la psicosi. E la paura, che una semplice puntura di zanzare possa trasformarsi in una tragedia. Al punto che molti cittadini sono ricorsi, autonomamente, alle aziende di disinfestazione. Capita di frequente, in queste ore, di vedere del “tute bianche” degli operatori della disinfestazione all’interno di cortili e giardini privati, intenti a bonificare spazi erbosi e caditoie. Perché il West Nile, quest’anno, fa davvero paura.

E i comuni alzano la guardia. Oggi Andrea Bimbatti, vicesindaco e assessore all’ambiente del comune di Rovigo, ha incontrato i vertici dell’Ulss per concordare il piano di interventi che partiranno proprio oggi: alle 3.30 scatterà la disinfestazione in via Nievo, a Buso, dove nei giorni scorsi è stato contagiato un sessantenne, per poi estendersi in tutta la città.

Come previsto dal piano regionale straordinario di disinfestazione, verranno effettuati interventi larvicidi nelle caditoie di tutto il territorio comunale, compresi i cimiteri e nei fossati per un’estensione di 20 chilometri. Gli interventi adulticidi riguarderanno invece tutte le aree verdi sensibili: parchi, giardini, scuole, strutture sanitarie, campi sportivi.

L’assessore Gianni Saccardin, dal canto suo, spiega la situazione della “jungla metropolitana” di Città Giardino: “L’erba alta - dice - è localizzata su aree private, non edificate. Le aree verdi pubbliche sono invece state regolarmente sfalciate”.

Intanto, non sono ancora stati fissati i funerali di Rosa Ceruti, la 84enne di Rovigo, residente in via Piave, morta l’altro giorno per le conseguenze del West Nile. La donna, che viveva sola, non ha figli ed era vedova da alcuni anni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl