you reporter

Rosolina Mare

Turismo, bilancio “rassicurante”

Dati il linea con il 2017: Ferro (Cob): “Bisogna fare di più”. Vitale: “Importante la sinergia del Delta con Chioggia”

Turismo, bilancio “rassicurante”

E’ ancora presto per dire l’ultima, anche perché il mese di settembre regala settimane con un cielo blu e ancora da godere. Tuttavia un primissimo bilancio della stagione balneare nel a Rosolina Mare è rassicurante. Il dato generale parla di una conferma rispetto al 2017 (con un 1-2 per cento in più o in meno), dunque un aumento della “popolazione” sulla costa da seimila a 40mila persone nei mesi di luglio e agosto, per raggiungere l'apice di 60mila presenze nei fine settimana.

“Il bel tempo è stato complice - commenta il presidente del Consorzio operatori balneari Ferdinando Ferro - non abbiamo né aumentato, né diminuito il nostro lavoro”. Dunque c’è una base per aumentare il servizio e anche l’appeal di un mare che ha regalato panorami con delfini, acque limpide e giornate di pieno relax e benessere. “Possiamo fare di più - non nasconde Ferro - nelle prossime riunioni capiremo dove puntare”.

Il sindaco Franco Vitale è soddisfatto e punta tutto sulla sinergia con Chioggia: “Speriamo che in futuro si possa insieme a tutta la conferenza dei sindaci della costa veneta riuscire a trovare la giusta quadra per far sì che le scuole possano iniziare il primo ottobre, in modo da sfruttare anche settembre per fare le vacanze al mare. Un mese ancora caldo e meno costoso”.

Cosa ha funzionato e cosa no? “Molti appartamenti sono stati ristrutturati, innovati e anche gli stabilimenti - spiega il primo cittadino - e questo è un primo passo. Inoltre abbiamo ricevuto anche quest’anno la bandiera blu segno dell’attenzione crescente di tutti all’ambiente e all’ecologia. Bisogna ancora investire nelle strutture”. Rosolina mare attira soprattutto tedeschi e austriaci. “Stiamo cercando di trovare un’unione tra il territorio del Delta e la parte di Chioggia per ampliare l’offerta e unire la bellezza naturalistica del Parco con quella storica e culturale di Chioggia”. Al turista di Rosolina Mare piace la natura, il turismo lento e l’immagine di un territorio ancora intatto.

Gli incidenti che sono avvenuti dentro due strutture, del territorio, l’incendio e il cancello caduto sul bimbo. “Abbiamo fatto una attività di sensibilizzazione con tutti gli operatori - conclude il sindaco Vitale - Abbiamo un patrimonio da curare come prodotto e tutti gli operatori sanno che c’è da lavorare, perché il turista è sempre più esigente e cerca ordine, sicurezza e pulizia”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl