you reporter

PORTO TOLLE

Bocconi avvelenati contro i cani da caccia

Bocconi avvelenati contro i cani da caccia

Bocconi avvelenati nelle campagne di Porto Tolle. E nel mirino ci finiscono i cani dei cacciatori che, con la riapertura della stagione venatoria, si apprestano a battere palmo a palmo le (diverse) zone riservate alle doppiette. E’ stato proprio uno di loro, nei giorni scorsi, a rendersi conto di quanto accaduto: qualcuno - probabilmente proprio per danneggiare i cacciatori - ha cercato di avvelenare i loro quadrupedi.

E tra le doppiette, comprensibilmente, monta la protesta. “E’ facile - scrive Linda, su Facebook - dire di essere contro la caccia ed è altrettanto facile gettare bocconi avvelenati nelle campagne perché così muore il cane e il padrone, cacciatore, non può più andare a caccia. Ma che colpa hanno i cani? Troppo facile essere animalisti a metà: animalisti quando serve e quando non serve fate i finti tonti. Non vi lamentate, infatti, quando i cani da caccia vengono avvelenati perché, secondo voi, i cani da caccia sono cani di serie B, cani inferiori. E se siete agricoltori - continua la donna - è ancora peggio, perché non è colpa dei cani se non guadagnate abbastanza dalle vostre terre”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl