you reporter

PORTO TOLLE

Pizzoli, cento giorni d’ascolto

Il primo bilancio del sindaco

Pizzoli, cento giorni d’ascolto

 Cento giorni alla guida del comune di Porto Tolle e per il sindaco Roberto Pizzoli è tempo di un primo bilancio. “Ascolto, lavoro e programmazione - le parole di Pizzoli - c’era bisogno di ascoltare la gente, di portare i cittadini al centro dell’attività amministrativa. E’ stato questo il grosso del mio lavoro in questi tre mesi abbondanti. Penso di aver incontrato più di duecento persone negli orari di ricevimento mattutini, ogni giorno visto che il sindaco lo faccio a tempo pieno. E molte di loro hanno anche portato interessanti proposte per il turismo e la pesca”.

Proprio rispetto a questi due settori, sono grandi le attenzioni della giunta guidata da Pizzoli. “Dalla riqualificazione turistica alla vivificazione delle lagune, con il fondamentale supporto della Regione Veneto - le parole del sindaco - ma cerchiamo di promuovere anche il rapporto coi privati. Metteremo presto in cantiere il ponte fisso per Barricata, opera fondamentale per il turismo e il primario”.

Nel futuro una fetta importante è rappresentata dalla riqualificazione della centrale Enel di Polesine Camerini. “Stiamo seguendo il progetto presentato da Human Company, abbiamo coinvolto anche la Regione Veneto e l’assessore Cristiano Corazzari - prosegue il primo cittadino - siamo soddisfatti perché l’idea progettuale è stata discussa in due tavoli tecnici ed è integrata al contesto urbanistico veneto, per un iter che potrà essere più veloce”.

Riguardo alle progettazioni già in essere, Pizzoli sottolinea come stiano concludendo quelle ereditate dalla precedente giunta. “Cerchiamo di chiudere quella progettazioni come erano già fatte per poi avviare nel prossimo triennio i nostri cantieri - spiega - a partire dall’impegno per il polo scolastico ‘Brunetti’, che verrà rinnovato. Certo se avessimo avuto l’avanzo di amministrazione del quale ha goduto l’ex sindaco Bellan, o gli 8 milioni di euro vincolati dal processo Enel, il margine di spesa ci sarebbe. Ma le potenzialità per i prossimi cantieri ci sono, e soprattutto per andare incontro alle esigenze delle frazioni, perno della nostra comunità”.

Pizzoli ricorda un paio di progetti per i quali, tramite il Gac, sono stati chiesti fondi. “Sia per il museo di Scardovari che per le isole ecologiche dei porti siamo riusciti, grazie al grande impegno dei dipendenti comunali che ringrazio, a chiedere questi finanziamenti - conclude il sindaco - e dopo la ciliegina sulla torta rappresentata dalla Fiera del Delta, andata alla grande, devo sottolineare il salvataggio della classe quarta dell’Ipsia ‘Colombo’, grazie soprattutto all’intervento del dirigente Bergamo. E sarà proprio la scuola al centro dei nostri progetti, l’impronta del nostro operato”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl