you reporter

PORTO TOLLE

Santa Giulia, capitale del riso

Domani al via la festa tra escursioni, pedalate, mostre, dibattiti e stand gastronomico

Santa Giulia, capitale del riso

E’ la vigilia della “Festa del riso”: una tre giorni dedicata a valorizzare non solo un’eccellenza del Delta, ma tutto il territorio bassopolesano dal punto di vista delle tradizioni, ambiente, prodotti, tipicità. La kermesse si svolge nella suggestiva cornice rurale dell’azienda agricola Rosetti in via Longo a Santa Giulia, nel cuore del cuore del Delta, tra il ramo del Po della Donzella e la sacca di Scardovari.

Un ambiente unico al mondo, un ecosistema tutto particolare che consente di produrre il miglior riso in assoluto, in particolare per la qualità Carnaroli, la più pregiata, il principe dei risi. Il cuore della festa è senza dubbio lo stand gastronomico dove verranno servite ben 15 varietà di risotti declinati in maniera diversa in abbinamento con altri prodotti tipici del territorio, in particolare il pesce e il tartufo del Delta. La kermesse, tuttavia, prevede, anche mercatini di prodotti tipici e dell’hobbistica, mostre fotografiche, pedalate, escursioni in barca, gite panoramiche sul trenino, dimostrazione della scuola di arcieri, esibizione di gruppi folcloristici e degli sbandieratori arquatesi, animazione per bambini con i Calabroni.

Uno dei momenti centrali della manifestazione è senza dubbio il convegno di sabato mattina sul tema “Riso, bontà italiana, eccellenza polesana” per un confronto tra amministratori pubblici, esperti, imprenditori e con la partecipazione straordinaria di un docente dell’alberghiero Cipriani di Adria.

La “Festa del riso”, dunque, prenderà il via domani pomeriggio alle 14.30 con la vicesindaca Silvana Mantovani, “motore” organizzativo della kermesse, che nelle vesti di capostazione fischierà il via per la partenza del trenino in un tour nella sacca di Scardovari. L’inaugurazione ufficiale, tuttavia, alla presenza delle autorità e con il taglio del nastro tricolore da parte del sindaco Roberto Pizzoli, avverrà sabato mattina alle 9.30. La festa proseguirà poi per tutta la giornata di domenica. Lo stand gastronomico aprirà domani sera alle 19, così pure nelle due serate successive, tuttavia sabato e domenica sarà attivo anche a mezzogiorno a partire dalle 12.30.

Un grande lavoro di squadra” sottolinea Pizzoli che vede impegnati, sotto la regia dell’amministrazione comunale, la Pro loco e i comitati fiera di Santa Giulia, Donzella, Ca’ Venier, Polesine Camerini, le associazioni I Calabroni e amici del tartufo polesano, quindi i ristoratori: agriturismo la Rugiada, ittiturismo Villa Martina e al Fritulin, osteria Arcadia, trattoria Yoghi, ristorante Occaro. Oltre alle aziende agricole: Canella, Cosva, Zanellati, Moretto e Ca’ Bonelli, insieme al consorzio Risolcoltori polesani con il marchio Riso del delta del Po Igp. Una raccomandazione per tutti: non fare tardi, perché il riso scuoce.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl