you reporter

Badia Polesine

Una nuova pista ciclopedonale

Il tratto andrà a collegare le due aree verdi della città: ancora incerti i tempi di avvio lavori

Una nuova pista ciclopedonale

Il Comune fa nuovi passi avanti verso la realizzazione della pista ciclabile, che metterà in collegamento i due parchi della città. Un progetto che fa parte dei lavori da mettere in atto nel programma triennale delle opere pubbliche, previste per gli anni che vanno dal 2018 al 2020. A lavori completati, cittadini e visitatori potranno beneficiare di una nuova pista ciclabile, che unirà le due aree verdi principali della città: parco Munari e i giardini di via Foro Boario. “Gli uffici comunali stanno procedendo in questi giorni all’invio degli inviti alle ditte” fa sapere l’assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Capuzzo.

“Questo significa che ci stiamo muovendo per la gara d’appalto – aggiunge il primo cittadino Giovanni Rossi – questo è positivo ed è una buona notizia, perché significa che abbiamo fatto un piccolo passo in avanti”. I tempi per l’avvio dei lavori, e per vedere finalmente completata la nuova ciclo pedonale sono ancora incerti, ma se non altro ora sembra che il progetto non tarderà a concretizzarsi. Una volta affidato l’incarico, non dovrebbe passare molto tempo prima che i lavori prendano il via.

Inoltre, stando alle ipotesi iniziali, l’intervento che avrà come protagonista via Migliorini, durerebbe poco più di qualche settimana. La pista ciclabile fa parte delle opere programmate per l’anno in corso di importo inferiore ai 100mila euro. La cifra finale si aggira a poco meno dell’importo massimo, e il Comune è riuscito ad ottenere circa la metà del totale tramite un finanziamento dalla Regione Veneto. Badia Polesine si è aggiudicata l’importo grazie al bando relativo al raggiungimento in sicurezza dei luoghi di culto attraverso la mobilità lenta.

Il progetto finale sarà un percorso ciclo pedonale, che potrà essere così sfruttato anche da chi preferisce spostarsi a piedi. Si creerà un collegamento con i marciapiedi esistenti che permetterà di muoversi senza rischi, in un’area al momento critica per chi sceglie di attraversarla a piedi o in bicicletta.

Infine, qualche mese fa il sindaco aveva annunciato che, in mancanza di altri finanziamenti, sarebbe stata parte dell’eredità lasciata da Enzo Benati ad assicurare il completamento dei lavori. E ora in tanti attendono l’avvio dei lavori per usufruire di un tratto a piedi o in bicicletta.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl