you reporter

TAGLIO DI PO

La Romea è da mettere in sicurezza

Parla l'assessore ai Lavori Pubblici di Taglio di Po, Davide Marangoni: “Bene che gli imprenditori vogliano muoversi affianco a noi nelle richieste ad Anas”

La Romea è da mettere in sicurezza

"La questione Romea non può più essere rimandata e i recenti incidenti stradali mortali che si sono verificati nel giro di un anno gridano un bisogno impellente di sicurezza”.

Lo afferma l’assessore ai lavori pubblici Davide Marangoni che, intervenendo in merito alla protesta degli imprenditori dell’area produttiva, i quali chiedono che l’accesso dalla Statale sia messo in sicurezza, prosegue: “Leggendo sulle pagine dei giornali che le ditte della nostra area produttiva vogliono muoversi a fianco dell’amministrazione comunale non può che farmi un grande piacere, perché vuol dire che quanto è stato richiesto ad Anas, in termini di sicurezza, è non solo condiviso, ma anche molto sentito. La Romea è croce e delizia di questo pezzo di territorio veneto e ogni intervento deve sempre essere pensato in funzione delle realtà che la circondano. Da tempo alla società Anas stiamo facendo presente che la Romea non è solo una strada, ma un sistema complesso fatto di attività produttive, realtà imprenditoriali e soprattutto lavoratori che, quotidianamente, l'attraversano e la vivono non certo a cuor leggero”.

L’assessore ricorda che fin dalla prima presentazione del Piano Romea, avvenuto a Taglio di Po qualche anno fa, l’amministrazione ha chiesto chiaramente che venisse ristudiata l’accessibilità all’area produttiva, “perché non è più pensabile che una strada extraurbana, con un carico di traffico simile ad un’autostrada, possa presentare ancora oggi degli incroci a raso così pericolosi, e non è più concepibile rischiare la vita per raggiungere il posto di lavoro”.

“Il rilancio dell’area produttiva, che in maniera convinta abbiamo intenzione di perseguire - sono sempre sue parole - non può che passare prioritariamente nella messa in sicurezza del suo accesso principale. Già nell’ultimo incontro prima di Ferragosto con Anas erano state valutate delle possibili soluzioni che però necessitavano di un approfondimento progettuale e, come avevamo concordato, nei prossimi giorni organizzeremo un nuovo incontro con Anas per fare il punto della situazione sulla progettualità, che presumiamo siano state portate avanti, facendo altresì presente che l’amministrazione comunale persegue non solo una questione legata alla viabilità ma le istanze di un’importante realtà imprenditoriale”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl