Cerca

Polizia locale

Vigilessa “civica” verso il posto fisso

La comunicazione viene data tre giorni dopo il consiglio: sindaco, giunta e dirigente sapevano?

Vigilessa “civica” verso il posto fisso

Sembrano ormai aperte le porte per un posto fisso nel comando della polizia locale per la 46enne di Bottrighe che l’1 settembre è stata assunta a tempo determinato per quattro mesi. Buon per lei, ovviamente, che passa da commessa di supermercato a vigile urbano, ma non sarà scrollarsi di dosso l’etichetta di “civica”, per il fatto che la donna è stata candidata in una delle liste civiche a sostegno del sindaco Omar Barbierato.

Tra silenzi, coincidenze e dubbi per una selezione avvenuta contemporaneamente su due graduatorie, ora a a spianare la strada per la 46enne è la comunicazione dell’ufficio personale agli organi competenti del comune con la quale si fa presente che la persona, residente a Rosolina, assunta per ricoprire il posto a tempo indeterminato è costretta a rinunciare perché il comune di Chioggia, dove sta prestando servizio, non ha dato il nulla osta perché sottodimensionato di personale. La comunicazione porta la data di giovedì 11 ottobre, tre giorni dopo il consiglio comunale che aveva all’ordine del giorno la questione della vigilessa. “La questione è tutta politica – incalza il capogruppo Pd, Sandro Gino Spinello – perché gli atti sono stati approvati dalla giunta”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy