you reporter

Porto Viro

Una bomba in mezzo al campo

Carabinieri e Vigili del Fuoco sul posto per mettere in sicurezza l’area e tenere alla larga i curiosi

Una bomba in mezzo al campo

Il trattore stava passando con l’aratro agganciato, e come sempre l’agricoltore, controllando il campo dopo il passaggio, si è accorto di qualcosa di strano. Quella che poteva sembrare come una zolla anomala, o ancora un pezzo di legno, in realtà era un proiettile dell’artiglieria della Seconda guerra mondiale.

All’inizio sembrava una bomba, e infatti l’agricoltore ha chiamato subito le forze dell’ordine che sono intervenute per verificare la segnalazione. Sul posto i Carabinieri di Porto Viro e i Vigili del Fuoco, oltre alla Polizia locale. L’area è stata interdetta dai Carabinieri, ora si dovrà decidere se fare brillare direttamente sul posto l’ordigno oppure se sia possibile portarlo in un altro luogo per l’esplosione. Non è il primo ritrovamento di bombe o proiettili di artiglieria pesante in Polesine, una delle terre più colpite dai bombardamenti e dalla risposta delle contraerei durante la Seconda guerra mondiale, per la presenza dei tanti ponti per attraversare i due fiumi più grandi d’Italia, l’Adige e il Po.

Proprio con la contraerei, l’artiglieria pesante utilizzata da terra per colpire gli aerei in volo, sono stati abbattuti molti velivoli, alcuni dei quali ritrovati dopo decenni, anche ai nostri giorni, grazie alle ricerche messe in campo da associazioni e gruppi di storici e studiosi del territorio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl