you reporter

Castelnovo Bariano

Ponte sul Po: “La fessurazione? C’è dal 2001”

Polemica sul ponte del Po sul quale l’Aipo ha mandato una nota appena tre settimane fa

Ponte sul Po: “La fessurazione? C’è dal 2001”

E’ polemica nel comune di Castelnovo Bariano per alcune foto postate su Facebook che ritraggono uno dei plinti del ponte sul Po, quello che va a Sermide, con una crepa davvero preoccupante che taglia orizzontalmente tutto il pilastro. Ma la cosa che più ha preoccupato i residenti, e non solo, è il fatto che la foto sarebbe stata scattata nel 2001, ben 17 anni prima del provvedimento preso solo la scorsa settimana che ha limitato nella portata dei mezzi che passeranno e nella loro velocità il ponte che unisce Castelnovo Bariano a Sermide, proprio a causa di una fessurazione che dovrà essere controllata.

L’ordinanza di Palazzo Celio entrata in vigore nei giorni scorsi, prevede l’interdizione al transito ai veicoli aventi massa superiore a 44 tonnellate e la riduzione della velocità massima a 50 km/h, sul ponte fiume Po, tra le province di Mantova e Rovigo. Nell’atto si legge che “Premesso che l’Agenzia Aipo, con nota dell’1 ottobre scorso, ha segnalato alla Provincia di Rovigo, in ordine al manufatto in oggetto, una fessurazione orizzontale interessante il plinto di fondazione alla base della pila posta sulla scarpata dell’argine maestro, in sinistra idraulica; che lo stesso manufatto presenta, a vista, diffuse forme di degrado al calcestruzzo copri ferro; considerato che la Provincia di Mantova, con la collaborazione economica della Provincia di Rovigo, effettuerà entro il corrente anno le verifiche tecnico-strutturali del manufatto in parola; tutto ciò premesso, in attesa delle risultanze inerenti le verifiche strutturali sopra indicate, di concerto con la Provincia di Mantova, ed al fine di tutelare la pubblica incolumità e la sicurezza stradale, viene disposta la limitazione di portata a 44 tonnellate ed il limite di velocità massima a 50 km/h”.

Che si tratti della stessa fessurazione è quasi certo, come sia stato possibile che in 17 anni nessuno se ne sia accorto ha quasi dell’incredibile. “Beh se è lì dal 2001 e ha resistito al terremoto 2012, forse abbiamo speranze che regga ancora! Speriamo che il santo che lo regge non si stanchi… e che lo stato si muova!” commenta simpaticamente un residente sicuramente preoccupato. Ma le cose che preoccupano i cittadini sono anche altre. “Se non ricordo male con la piena del Po nei 1994 fu il primo ponte ad essere chiuso temporaneamente per una crepa e penso sia proprio questa” commenta un altro residente e immediatamente lo segue un altro concittadino preoccupato.

“Poi con la famosa piena del 2000 invece era l’unico ponte aperto, il più pericoloso, non solo per la crepa ma anche per come è fatto”. Una situazione che, se confermata, lascia pensare che in tutti questi anni qualcosa che non ha funzionato c’è stata e ora c’è da augurarsi che venga messo in sicurezza al più presto prima che possa succedere qualche cosa di grave. La storia, anche recente, dovrebbe insegnare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl