you reporter

Economia

“Outlet, non ne possiamo più”

Concordato, termini prorogati fino a fine anno: la cordata americana ancora al lavoro per il rilancio. Il sindaco Chiarioni: “Fiduciosi”.

“Outlet, non ne possiamo più”

Settanta giorni per decidere le sorti dell’outlet di Occhiobello. Intanto, la cordata statunitense continua a lavorare per trovare l’accordo con i creditori, per fissare la quota da liquidare sul monte debiti accumulato fin qui.

Il tribunale di Rovigo, infatti, ha concesso una proroga fino al 31 dicembre prossimo, rispetto alla scadenza precedentemente fissata alla fine di ottobre, per chiudere la procedura di concordato prenotativo, in pratica il cosiddetto concordato in bianco.

Altri due mesi che serviranno all’advisor incaricato dalla cordata intenzionata a rilevare e rilanciare l’attività dell’outlet che sorge sulle rive del Po ed evitarne il definitivo ko. Perché l’operazione vada in porto, però, i futuri proprietari devono riuscire a portare dalla loro parte tutti i creditori della società, che dovranno accettare l’accordo di saldo e stralcio dei debiti, ad una percentuale che sia ritenuta conveniente.

Intanto, nel parco commerciale c’è stata un’ulteriore chiusura a fronte però di due nuove aperture, tra cui quella del bar, che ha finalmente rialzato la serranda.

“Ci siamo spesi molto perché il progetto dell’outlet diventasse realtà, accogliendo la proposta di investimento fin dall’inizio e facendoci anche carico, come Comune, di mantenere la comunicazione con il territorio - commenta il sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni - ora aspettiamo fiduciosi che questa vicenda si chiuda, e si chiuda positivamente. Perché, onestamente, di questo tira e molla non ne possiamo più”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola mercoledì 24 ottobre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl