you reporter

Ambiente

Dall’Adigetto sta sparendo l’acqua

Lavori di rinforzo delle paratie: chiusa la presa di Bovazecchino, i pesci boccheggiano. Il Consorzio: “Pronti a spostare la fauna ittica in altri canali”.

Via l’acqua dall’Adigetto. E dal canale, che attraversa tutto il Polesine da Badia ad Adria lambendo il centro di Rovigo, affiorano i pesci e scappano topi e nutrie.

Sono infatti iniziati i lavori di manutenzione che stanno interessando la presa di Bovazecchino, che dall’Adige dà origine all’Adigetto e di conseguenza al Ceresolo, oltre agli altri canali come lo Scortico. L’opera di rinforzo, attraverso delle paratie, è partito da qualche giorno e non mancano già le prime segnalazioni di residenti preoccupati per il drastico abbassamento del livello dell’acqua, il quale potrebbe mettere in pericolo il destino della fauna ittica attualmente presente nei canali.

Le preoccupazioni dei residenti vengono confermate anche dalle parole del sindaco di Badia Giovanni Rossi: “Abbiamo avuto delle persone che hanno segnalato alcune problematiche che stanno riscontrando nell’area dei lavori. Come amministrazione comunale le abbiamo quindi accolte e le abbiamo trasmesse all’ufficio competente”.

E Giovanni Veronese, vicedirettore generale del Consorzio, conferma: “Stiamo costantemente monitorando la situazione e al momento non ci sono segnali di sofferenza da parte dei pesci che popolano quel tratto. Il piano di recupero della fauna ittica ovviamente è pronto, e nel caso ce ne fosse la necessità recupereremo i pesci per spostarli in altri corsi d’acqua, o al limite faremo rifluire l’acqua all’interno del cantiere”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola giovedì 25 ottobre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl