you reporter

Intervista

“A Porto Viro, riattivata la videosorveglianza”

Il sindaco Veronese a tutto campo: “Partiti tanti cantieri. Sogno di asfaltare un’intera strada all’anno. E adesso, più vigili”.

“A Porto Viro, riattivata la videosorveglianza”

“Lo sapevo che l’inizio del mandato sarebbe stato dedicato alla manutenzione della città e soprattutto delle strade e a rimettere ordine in Comune, ma mi fa specie che chi ha fatto il sindaco in passato oggi cerchi solo occasioni per criticare o per ostacolare. Ma tant’è”.

Una cosa su Maura Veronese va detta: fin dalla campagna elettorale l’allora aspirante sindaco di Porto Viro non era mai scesa nell’agone del botta e risposta, delle critiche a prescindere, delle polemiche che da anni “avvelenavano” il clima in paese. Non lo aveva fatto in campagna elettorale, e non l’ha fatto fino ad oggi. E anche ieri è stato difficili farla “sbottare”. Anche se un po’ di voglia di farlo, tra le righe, è venuta fuori. Ma andiamo per ordine.

Sindaco, a Porto Viro si lamentano per i ritardi nella manutenzione delle strade...

“Appena abbiamo avuto la disponibilità dei fondi abbiamo aggiudicato l’appalto di via Torino, e subito dopo abbiamo proceduto con altri tre appalti. Domani (oggi per chi legge, ndr) iniziano i lavori in via Povecchio, mentre lunedì prossimo sarà la volta di via Gorghi, a Donada. Oltre ai tempi tecnici per i progetti e per i finanziamenti, bisogna anche tenere in considerazione che in città sono aperti anche i cantieri di Acquevenete in via Zara e in via Dosso, per cui non si può esagerare con la chiusura delle strade, Si creerebbero soltanto dei problemi. Serve anche un cronoprogramma. E soprattutto servono lavori definitivi, come in via Torino”.

E aggiunge: "I prossimi progetti saranno il rifacimento di piazza Caduti Triestini, ovvero di un’area in cui si sono registrati notevoli problemi, e il recupero di una serie di incroci e rotatorie. In questo caso abbiamo lavorato negli ultimi mesi recuperando finanziamenti regionali che erano fermi dal 2008”.

“Il mio impegno, quello che vorrei proprio fare e che mi impegnerò a realizzare è l’asfaltatura di un’intera strada ogni anno. Parliamo di un impegno a cavallo dei 150mila euro all’anno. Oltre ovviamente alla manutenzione ordinaria, che è un’altra cosa”.

Sulla sicurezza: “I vigili urbani diventeranno cinque il prossimo 15 novembre e subito dopo verrà assunto anche il sesto. Allo studio c’è anche una convenzione per fare un ragionamento condiviso insieme a Loreo. Oltre ai nuovi agenti abbiamo investito anche sulla videosorveglianza, che a Porto Viro era inattiva. Abbiamo fatto la dovuta manutenzione ed ora funziona. E con il nostro personale e il nostri comandante abbiamo gestito anche emergenze di cui avremmo fatto volentieri a meno. Una su tutte: la chiusura della Romea di due estati fa”.

A proposito di Romea, non le ha fatto specie la protesta per la chiusura di quell’incrocio considerato a rischio? 

“A me sì, devo dire la verità. Anche perché era l’unica cosa di buonsenso che si poteva fare su quell’incrocio. Un incrocio, non vorrei che venisse dimenticato, dove ci sono stati due morti. Tra l’altro parliamo di una soluzione che veniva sollecitata da 12 anni. Ecco, vedere due ex sindaci protestare in Romea mi ha fatto davvero specie... A proposito: la storia non è finita, perché qualcuno ha presentato ricorso al Tar contro quella chiusura, con tanto di richiesta di sospensiva. L’ho saputo proprio in queste ore. Vedremo come andrà a finire”.

L'intervista completa sulla Voce in edicola giovedì 25 ottobre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl