you reporter

PASSIONI

Adria nella Scuderia Ferrari club

Presidente Paolo Crepaldi, per aderire è sufficiente essere contagiati dalla “febbre rossa”

Adria nella Scuderia Ferrari club

24/10/2018 - 20:22

Si tinge di rosso il cielo della città etrusca: il rosso di Maranello, il rosso del Drake, il rosso di milioni di tifosi che seguono le avventure di Vettel e Raikkonen.

Il 12 ottobre, esattamente 526 anni dal giorno in cui Cristoforo Colombo scoprì il Nuovo Mondo, Adria entra nel mito del cavallino rampante con l’ufficializzazione della costituzione della Scuderia Ferrari club Adria davanti al notaio negli uffici che furono del mitico Enzo.

Al tavolo l’adriese Paolo Crepaldi per sottoscrivere l’atto di adesione, accolto dal presidente del Ferrari club Massimo Rivola insieme a Mauro Apicella che dal 2012 riveste il ruolo di coordinatore.

Crepaldi, titolare di una fiammante Scaglietti, assume la presidenza del nuovo sodalizio, al suo fianco nel ruolo vice Giuseppe Fidanzia. Costui è anche presidente dell’omonimo club di Abano Terme di cui l’adriese è vice: in questo modo si vuole costruire una stretta collaborazione tra i due gruppi.

Il direttivo è formato da Giuseppe Basso, Carlo Facchin, Giorgio Grigio e Giorgio Zuanetto. “E’ un giorno che difficilmente potrò dimenticare - confessa Crepaldi – ero già stato in visita a Maranello, ma quel giorno resterà per sempre speciale, emozioni che non si possono descrivere. Inoltre è stato significativo trovarmi insieme ad altri sei appassionati arrivati lì da ogni parte del mondo per lo stesso motivo: sono momenti che ti fanno assaporare l’orgoglio di essere italiano. Appena messo piede in quelle stanze – prosegue – ho colto in profondità il significato delle parole di Enzo Ferrari quando ebbe a dire che uno non si compra una Ferrari, ma si regala una Ferrari come premio di quello che ha fatto o sta facendo nella vita”.

Adesso Crepaldi e la sua squadra devono mettere insieme i 50 soci come ultimo atto di ufficializzazione del club, ma il traguardo appare abbastanza abbordabile visto che le adesioni hanno già superato la quarantina.

Va ricordato che per aderire al club non è necessario possedere un bolide di Maranello: è sufficiente avere la “febbre rossa”.

La sede del club è all’autodromo Adria international raceway. Intanto Crepaldi e il suo team sono al lavoro per organizzare gli eventi del 2019.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl