you reporter

Bosaro

Spargono il digestato, non si respira

Un odore acre segnalato dalle famiglie, intervenuti i carabinieri della forestale che tranquillizzano

Spargono il digestato, non si respira

Un odore acre sta rendendo irrespirabile, da almeno un paio di giorni, l’aria nei dintorni di Bosaro. Una puzza così forte da allarmare i cittadini che, a suon di telefonate, hanno smobilitato il reparto forestale dei Carabinieri, giunto sul posto per un sopralluogo. Si tratta della zona ai confini tra i comuni di Bosaro e Guarda Veneta, località Barbina nello specifico, già in territorio del comune di Guarda ma molto più vicina al centro abitato di Bosaro. Tanto che, con i venti che spiravano in questi giorni, l’odore di quanto è stato sparso nei campi, arrivava nelle abitazioni delle famiglie bosaresi.

Come detto i militari dell’Arma del reparto forestale sono andati sul posto a controllare. Da quanto si è appreso si trattava di digestato sversato nei terreni che non è stato rimescolato con la terra. E per questo l’odore, complice il vento, ha fatto presto ad arrivare alle abitazioni. Niente di grave, dal punto di vista dell’ambiente, anche perché ci sono 24 ore di tempo per poterlo rimescolare col terreno. E infatti stamane i carabinieri della forestale torneranno nel campo per controllare la situazione.

Il digestato è il materiale di risulta del processo di digestione, appunto, anaerobica degli effluenti che garantiscono la produzione di biogas. Esso conserva un elevato valore fertilizzante e il suo utilizzo come concime, nel rispetto delle regole di buona pratica agronomica, può risultare importante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl