you reporter

ADRIA

“Vigili in notturna per fare cassa”

Forza Italia contesta la misura presa dal sindaco Barbierato. Timori degli azzurri: “Non vi sono eventi particolari il vero obiettivo saranno le multe”

“Vigili in notturna per fare cassa”

31/10/2018 - 20:28

"Il decoro e la sicurezza civica non siano solo un pretesto per un totale annichilimento della città e delle sue attività commerciali": è la dura presa di posizione della sezione locale di Forza Italia fortemente critica sulle recenti decisioni dell’amministrazione civica che rischiano di trasformate “Adria in un sopito e placido mortorio".

Il partito azzurro esprime forti riserve sulla decisione di introdurre il servizio serale della polizia locale un giorno alla settimana, alternativamente il venerdì e il sabato, dalle 18 a mezzanotte: in questa operazione gli azzurri intravvedono la volontà di Barbierato&C di voler far cassa.

“L’amministrazione – si legge nella nota di Forza Italia - trincerandosi dietro il pretesto del decoro e della sicurezza urbana, estende l’operato della polizia municipale nelle ore notturne del venerdì o del sabato, in zone della città comunque già sicure e tranquille. Siamo da sempre schierati per una città sicura e ordinata e pronti a plaudire qualsiasi provvedimento che porta a un maggior controllo delle forze dell'ordine, tuttavia è legittimo chiedersi quale sia il vero scopo di tale provvedimento, se non quello di ostacolare e frustrare ulteriormente gli esercizi del centro e quegli ormai ‘eroici’ gestori che tentano di dare alla città un volto giovane e frizzante”.

E si domanda: “Che cosa mai potrebbero tutelare le forze dell’ordine in piena area pedonale quando non sono previsti eventi particolari e manifestazioni tali da giustificare tale dispiegamento delle nostre forze dell’ordine? Non è che si assisterà a un aumento di multe e contravvenzioni, solo per far cassa? Non sarà che questa amministrazione, per giustificare l’assunzione della famosa vigilessa civica è costretta ad inventarsi esigenze che di fatto non sussistono?”. A questo punto Forza Italia ricorda che “tale assunzione è stata fatta il 1^ settembre assurdamente motivata dalla necessità di prevenzione degli eventi estivi, quando ormai ma l’estate non era già finita”.

E ancora: “La movida, l’Adria by night, un centro storico vivo, animato e pulsante, così come le decine di importanti eventi che animano le nostre frazioni, sono parti integranti della nostra città, pertanto come amministratori avete il dovere di tutelare anche tali interessi, che hanno risvolti sociali ed economici non di poco conto, ma che sembra a volte siano solo di intralcio a un’amministrazione che sembra vivere solo di regole, burocrazia e formalismo, mentre non si accorge che lentamente sta spegnendo una città da sempre viva, ma ormai sempre più sconsolata”.

Allora gli azzurri riportano alla memoria la serata di “Adria d’estate” del 24 agosto perché “ancora brucia a molti sportivi l’increscioso episodio durante la manifestazione ‘Su e zò per i ponti’, con i podisti e i partecipanti lasciati alle intemperie sotto un nubifragio per la mancata messa a disposizione di idonei spazi che da sempre sono stati utilizzati per l’evento. Di recente, ancora, la tremenda sconfitta della cancellazione della stagione di prosa che ha privato Adria, non solo di occasioni culturali di sommo prestigio, ma anche di opportunità di rilancio della città e del centro storico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl