you reporter

Provincia

Trombini: “Soldi al Consvipo? ha ragione Vinicio, non ci sono”

E per il ruolo di vicepresidente ora Michele Aretusini è in pole position

Trombini: “Soldi al Consvipo? ha ragione Vinicio, non ci sono”

03/11/2018 - 18:35

“Il non pagamento delle quote al Consvipo non era un capriccio ma una condizione della realtà. Non ci sono le risorse, non ci sono i soldi, è una semplice constatazione”. L’ex presidente della Provincia Marco Trombini la vede come Vinicio Piasentini sulla questione Consvipo.

Venerdì scorso il sindaco di San Martino di Venezze si è infatti dimesso da consigliere provinciale e da vicepresidente di palazzo Celio, in polemica con il neopresidente Ivan Dall’Ara che aveva indicato come priorità il pagamento delle due quote (oltre 520mila euro) associative al Consorzio di sviluppo.

“Non voglio sindacare azioni o dichiarazioni di Ivan Dall’Ara - dice Trombini - il presidente ora è lui e deve decidere lui. Ma quello che ha detto Vinicio è inappuntabile. Il non pagamento delle quote al Consvipo era stata una decisione presa da due consigli provinciali, non c’erano state espressioni contrarie, ma una presa visione della situazione si fatto. E così dopo una serie di incontri con gli uffici dell’economato si è deciso di non pagare le quote 2017 e 2018. Ripeto non fu un capriccio, ma una necessità, e proprio per questo decidemmo anche di intraprendere il cammino per uscire dalla compagine sociale. Tanto che è ancora in piedi un arbitrato”.

Anche Trombini, che è stato fra i sostenitori di Dall’Ara alla corsa provinciale la vede come Piasentini, e non poteva che essere così dato che quella scelta era stata condivisa. L’ex numero uno di palazzo Celio aggiunge che “le risorse che arriveranno sono già destinate a manutenzione strade ed edifici scolastici, quindi io non so proprio da quali capitoli di bilancio potranno essere recuperati quei soldi. Forse l’obiettivo è riuscire a vendere alcuni immobili della Provincia, cosa del tutto eventuale, ma anche in questo caso i proventi andrebbero destinati in via specifica. Basti pensare che quando abbiamo dovuto finanziare alcune manutenzioni straordinarie delle scuole abbiamo prelevato le risorse dal fondo di riserva”.

Insomma per Dall’Ara la partita Consvipo è tutta in salita, e alle dichiarazioni iniziali potrebbero anche non conseguire immediati atti concreti.

Le dimissioni di Piasentini, inoltre provocheranno movimenti anche all’interno del consiglio, il su posto, nell’aula consiliare di palazzo Celio sarà preso da Michele Domeneghetti, sindaco di Corbola. Mentre per il suolo di vicepresidente in pole position sembra esserci Michele Aretusini, consigliere della Lega ma in passato non certo tenero con il Consvipo. La matassa dei soldi al Consorzio di sviluppo, quindi, resta complicata da districare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl