you reporter

REFERENDUM

Frassinelle-Polesella avanti tutta!

Fusione tra i due comuni, cittadini alle urne il 16 dicembre. Svelato il piano comunicativo.

Frassinelle-Polesella avanti tutta

05/11/2018 - 17:42

Uniti a braccetto verso l’altare, ma l’ultima parola, per celebrare il matrimonio, spetterà ai cittadini.

Frassinelle e Polesella hanno svelato il piano comunicativo che accompagnerà i due paesi fino al 16 dicembre, giorno in cui i cittadini potranno esprimersi attraverso il referendum.

Spazio anche a due incontri informativi sul territorio, in agenda giovedì 15 novembre alla Casa del popolo a Frassinelle (a partire dalle 21) e lunedì 19 in sala degli Agostiniani a Polesella sempre alle 21. Ennio Pasqualin e Leonardo Raito si affidano quindi alla potenza delle nuove tecnologie e dei social network, per coinvolgere giovani e altre generazioni nell’ultimo mese decisivo, prima del voto.

Sono stati creati un ufficio stampa, gestito da Caterina Zanirato, un sito internet (www.frassinellepolesella.it), un blog di approfondimento e una presenza costante sui social, come Facebook, Twitter e Youtube. Nelle ultime ore è comparso il primo video emozionale della campagna 2.0, che illustra vantaggi e benefici della fusione, in un periodo segnato dal calo demografico, un trend che purtroppo riguarda moltissimi comuni polesani.

Alla conferenza stampa di ieri mattina a palazzo Celio, Leonardo Raito sottolinea: “Piena responsabilizzazione per spingere la gente al voto, da due anni andiamo avanti assieme alle associazioni di categoria e ai sindacati, per superare la frammentazione territoriale - spiega il sindaco di Polesella - inoltre abbiamo incassato l’appoggio delle varie forze politiche. La fusione porterebbe moltissimi vantaggi, tra i quali nuove assunzioni, l’investire sulla sicurezza e finanziamenti, in dieci anni, per sette milioni di euro complessivi”.

Prende la parola il sindaco di Frassinelle, che insiste: “Non fondersi è una scelta scellerata, guardiamo all’esempio della vicina Ferrara che ha ridotto drasticamente il numero dei comuni - dichiara Ennio Pasqualin - la sede municipale sarà a Polesella, ma i consigli comunali potranno essere itineranti e Frassinelle ospiterà il comando di polizia locale”.

Sonia Colombani aggiunge: “Gli uffici rimarranno aperti sei giorni alla settimana, i servizi raddoppieranno per i cittadini e non diminuiranno” dice l’assessore di Polesella.

Lo studio di fattibilità, in questi mesi, è stato finanziato all’80% dalla Regione Veneto. Il 16 dicembre sarà obbligatorio raggiungere la maggioranza in entrambi i comuni al voto, in questi casi non esiste il quorum. Qualora vincesse il “Sì”, si aprirebbe l’interregno del commissariamento fino alla primavera 2019. E, se son rose fioriranno, in quel periodo i cittadini di Frassinelle-Polesella (questo il nome scelto) potrebbero già incoronare il loro nuovo sindaco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl