you reporter

Tribunale

Porto Viro, l’ex dirigente: “Il mio era un ruolo tecnico”

Nel processo per abuso d’ufficio, ha parlato l’imputato

Porto Viro, l’ex dirigente: “Il mio era un ruolo tecnico”

Ex dirigente del comune di Porto Viro a giudizio per abuso d’ufficio. Si è tenuta ieri, davanti al collegio del tribunale di Rovigo, un’udienza del processo che vede imputato Andrea Portieri.

Secondo l’accusa, quale responsabile del quarto settore lavori pubblici, acquisti amministrazione del patrimonio, ecologia e ambiente, nella qualità di pubblico ufficiale, rivestendo perciò l’incarico di responsabile del procedimento nell’affidamento del servizio di gestione impianti di illuminazione pubblica ed impianti semaforici, istruiva tutti gli atti endoprocedimentali finalizzati alla proroga del servizio, rilasciando pareri di regolarità tecnica e, successivamente, stipulava con una ditta di Porto Viro contratti di proroga in violazione delle normative previste.

In particolare, secondo il capo d’imputazione, tra le diverse contestazioni c’è quella di aver violato il divieto del rinnovo tacito dei contratti scaduti per la fornitura di beni e servizi, prevedendo che il contratto scaduto debba essere prorogato solo per il tempo necessario all’indizione di nuova gara. In pratica, gli viene contestato di aver effettuato diverse proroghe del contratto già in essere con la ditta. Secondo l’accusa, con queste e altre violazioni della normativa, avrebbe procurato un ingiusto vantaggio patrimoniale ad una ditta di Porto Viro, che nel capo di imputazione è stabilito in oltre 810mila euro, pari all’ammontare della somma erogata dal comune di Porto Viro per l’esecuzione dei contratti. Per il capo d’imputazione, i fatti si sarebbero verificati dal 20 gennaio 2010 al 14 giugno 2012.

Ieri sono stati sentiti i testi della difesa. Anzitutto, l’amministratore unico della ditta con cui furono stipulati i contratti; quindi l’imputato Andrea Portieri, dirigente a Porto Viro da ottobre 2000 a luglio 2014. Portieri ha spiegato che lui proponeva un contratto relativo a servizi in cui “facevo una valutazione costi-benefici, mentre la questione della legittimità del contratto spettava al segretario comunale”. “Il mio era un ruolo tecnico, dal punto di vista della convenienza, e ne discutevo con la giunta”, ha spiegato.

Infine, è stato ascoltato come teste l’allora sindaco di Porto Viro, Geremia Gennari, primo cittadino dal 2009 al 2014. La prossima udienza è stata fissata al 6 dicembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl