you reporter

Rosolina

Una palafitta per le vongole veraci

All’inaugurazione della palafitta della Cooperativa Rosolina il sindaco Vitale, il presidente Vettorello e Spinadin di Federcoopesca Confcooperative

Una palafitta per le vongole veraci

E’ stata inaugurata venerdì mattino scorso la palafitta all’interno del sito produttivo in laguna di Caleri, per la prima lavorazione delle vongole veraci, della cooperativa Pescatori Rosolina. Presenti per questo importante giorno oltre al presidente della cooperativa Sandro Vettorello, i vari soci pescatori, il presidente del consiglio Federcoopesca Confcooperative Veneto Marco Spinadin, il sindaco di Rosolina Franco Vitale e il parroco don Lino Mazzocco.

“Inauguriamo un’altra opera per noi innovativa - ha esordito il presidente Vettorello - se non altro per essere la prima realizzata qui a Rosolina, ovvero una spaziosa palafitta all’interno di un sito produttivo, destinata anch’essa ad una prima lavorazione delle vongole veraci raccolte negli allevamenti in laguna di Caleri. La cooperativa adesso dispone di luoghi per la prima lavorazione del prodotto pescato ed allevato su entrambe le lagune di Rosolina, Marinetta e Caleri, fatte con l’obiettivo di privilegiare le esigenze della sicurezza e dell’igiene”.

L’opera è nata da un’idea partita dall’attuale consiglio di amministrazione circa tre anni fa, nel giro di pochi mesi ha avuto la condivisione dell’assemblea dei soci consentendo l’inizio dell’iter burocratico ed attuativo nell’autunno 2016. L’investimento principale ha riguardato la realizzazione di una palafitta fissa di lavorazione dei prodotti ittici e dell’acquacoltura derivanti dall’attività diretta dei propri associati per migliorare i sistemi e le condizioni lavorative degli operatori. Si tratta, quindi, di una piattaforma di 16 metri per 8, sostenuta mediante infusione sul fondale di 15 pali di cemento di diametro di 30 centimetri. Nello specifico l’attrezzatura presente è costituita da due nastri trasportatori per agevolare la movimentazione del prodotto, impianti adibiti al lavaggio dei molluschi, nastri per la cernita del prodotto e selezionatori per molluschi. L’opera è costata complessivamente 199.572 euro.

“Si chiude finalmente un ciclo, iniziato nel 2007 è concluso oggi con la costruzione della palafitta - conclude Vettorello - che ha impiegato la cooperativa e soci della stessa nella realizzazione di grandi opere legate alla nostra attività”. Più di dieci anni fa sono state realizzate le cavane, grazie alla disponibilità del comune che ha realizzato la parte grezza ed ha concesso i posti barca, mentre pescatori hanno completato l’opera con i rivestimenti le coperture, trasformando questo luogo in un posto sicuro per la pesca ed attrattivo per il turismo. “Abbiamo realizzato questo punto di sbarco qualche anno fa dotandolo di un ufficio e attrezzandolo con nastri trasportatori per il carico e lo scarico del prodotto pescato - ha ricordato Vettorello - l’opera fu interamente realizzata dalla cooperativa ottenendo un significativo contributo dal Consorzio per lo sviluppo del Polesine”. Parole di gratitudine anche da parte del sindaco Franco Vitale e dal presidente Spinadin per l’ottimo lavoro fatto finora dalla cooperativa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl