you reporter

La polemica

Il "paese per vecchi" colpisce ancora

La difesa dei locali: “Siamo super attenti”

Il "paese per vecchi" colpisce ancora

12/11/2018 - 22:38

C’è chi prova a rendere Rovigo una città vivace, a riempirla di giovani, ritmo e divertimento.

E chi odia la movida, la musica e la gioventù con tutto il suo carico di vitalità e rumore. E’ una storia che si ripete estate e inverno, senza soluzione di continuità.


Così anche in queste settimane al comando della polizia locale fioccano segnalazioni sui decibel e al centralino di questura e carabinieri qualche sera c’è chi contesta anche il regolamento comunale che “autorizza le iniziative della movida limitandone solo la durata e i decibel”.


Archiviata la guerra alla movida del giovedì sera in piazza Garibaldi per sopraggiunto inverno, nel mirino dei “pasionari del divano” ci sono in particolare corso del Popolo e piazza Matteotti. I bar il venerdì e il sabato fanno musica, “mentre - scrive un residente alla “Voce di Rovigo” - la polizia locale di notte dorme a casa propria e anche se fosse in servizio non è fornita di fonometro per cui nessuno controlla l’intensità acustica che penetra nelle orecchie della gente”.


Effettivamente la polizia locale non è dotata di fonometro e in ogni caso il tecnico che utilizza questo strumento di misurazione deve aver seguito un corso e superato un esame per poter elevare una multa. Altrimenti non è autorizzato a farla. Ma siamo proprio sicuri che a Rovigo un fonometro sia la priorità?
Oggi in centro storico il limite è 65 decibel, derogabile con autorizzazione del Comune.


Ma il punto è: davvero un po’ di musica per strada fino alle 23 tra il venerdì e il sabato o tra il sabato e la domenica è difficile da sopportare? In centro storico e con le finestre chiuse?

Sulla "Voce" di martedì 13 novembre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl