you reporter

Commercio

Plateatici, il caos regna sovrano

Il bar Venezze: “Struttura rigida autorizzata a gennaio 2018”. Confesercenti: “Mettere ordine”

Plateatici, il caos regna sovrano

19/11/2018 - 19:32

Chi ci capisce è bravo. Il caso plateatici in città sta assumendo sempre più i contorni di una commedia dell’assurdo. Qua però il Godot di turno (l’opera di Ionesco) che non arriva mai, è la chiarezza sul regolamento che disciplina gli spazi esterni di bar e locali pubblici. Il pasticcio dei dehors, inoltre, tocca anche il regolamento che fa da base agli allestimenti esterni. Un regolamento entrato in vigore la scorsa primavera, che dava tempo agli operatori fino al prossimo 31 dicembre per adeguarsi, ma che adesso sta per essere cambiato in corso d’opera. E non è tutto, perché secondo alcuni operatori la base normativa per il proprio plateatico è precedente, o è addirittura diversa a quella presa come punto di partenza da altri esercenti.

Io - spiega il titolare del bar Venezze - a breve installerò il plateatico esterno. Una struttura in acciaio e teli avvolgibili. Una struttura fissa, anche se non ancorata al suolo, che potrà restare in piedi per i prossimi 4 anni. E’ autorizzata dallo scorso 28 gennaio, ho tutte le carte. Avevo presentato il progetto a Comune e Soprintendenza alle belle arti. Il via libera l’hanno dato queste autorità ed ora sto per procedere”. Ma quindi? Non si era detto che il regolamento entrato in vigore a primavera proibiva le strutture rigide, i gazebo semifissi, dando la preferenza agli ombrelloni? “Non so - continua Marco - io ho le carte dell’autorizzazione e a queste mi attengo, è tutto in regola”.

Eppure Roberto Menin, della Confesercenti spiega che “con il nuovo regolamento si autorizzavano i plateatici con ombrelloni. E francamente non so se ora il Comune stia procedendo ad inserire nella normativa alcune modifiche. Noi non siamo mai stati coinvolti. Se così fosse capisco perfettamente quegli operatori che ora protestano”. Sono diversi, infatti, i gestori di bar che lamentano una confusione non più sopportabile. Molti di loro, infatti hanno speso migliaia di euro per acquistare arredi e ombrelloni, e ancor prima per smantellare e smaltire gazebo rigidi che sembrava non fossero più ammessi. Ora tutto ritorna in gioco?

Confesercenti resta in attesa della data dell’incontro con il Comune, e gli assessorati di commercio e urbanistica, per mettere ordine nella materia. “Abbiamo fatto la richiesta - dice il presidente Vittorio Ceccato - ora dobbiamo attendere la risposta del Comune. C’è bisogno d fare chiarezza perché pare che ci sia un po’ troppa confusione in giro”. Insomma fra regolamenti in vigore fino alla scorso inverno, nuova normativa e modifiche in corso d’opera non ci si raccapezza più, con il rischio che pratiche iniziate, proseguite e approvate a cavallo dei tre periodi finiscano con andare in contrasto fra di loro o con altre procedure. Un caos che dovrà essere appianato per non dare la sensazione ai gestori di una totale di organizzazione e anarchia.

Per non dire di una nuova problematica che sta montando all’orizzonte, quella relativa alla legge nazionale sulla somministrazione di alimenti e bevande, che la vieta per gli artigiani. In città però ci sono diversi negozi che, pur essendo codificati come artigiani, somministrano bevande come un qualunque esercizio commerciale. Confesercenti ha fatto sapere al settore urbanistica che occorre far rispettare la nuova normativa ed impedire così che attività artigianali possano mettere a disposizione dei clienti sedie e tavolini dove consumare cibi e alimenti appena venduti. Una consuetudine negli anni seguita da diverse attività artigianali che senza licenza commerciale davano la possibilità di consumare cibo e bevande. Senza, tra le altre cose, dover necessariamente rispettare l’obbligo di mettere a disposizione del pubblico spazi per i servizi igienici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl