you reporter

Porto Tolle

Centrale Enel, pronti 200 milioni di euro

Il sindaco Pizzoli e la sua giunta hanno partecipato al meeting organizzato da Human Company, gruppo che ha vinto il bando Futur-E di Enel

Centrale Enel, pronti 200 milioni di euro

C’era molto Polesine al convegno organizzato dalla Human company sul turismo outdoor e sostenibile a Firenze. Tra i relatori, infatti, l’assessore regionale Cristiano Corazzari, mentre tra gli invitati il sindaco di Porto Tolle Roberto Pizzoli col vice Silvana Mantovani e l’assessore al turismo Raffaele Crepaldi. Il gruppo Human Company è quello che sta trattando, a Polesine Camerini, la riconversione turistica della ex centrale con Enel. L’idea del gruppo, che ha strutture turistiche in Toscana, Lazio, Piemonte e Veneto, oltre che due hostel-hotel a Berlino e Praga, è quella di realizzare un villaggio turistico sostenibile nel sito della ex centrale Enel. E questo in accordo proprio con il colosso energetico nazionale, al quale, attraverso il bando Futur-E, ha fatto una proposta che in questi mesi si sta valutando.

Entro fine anno sapremo qualcosa di più - ha spiegato il sindaco Pizzoli, di ritorno da Firenze - stanno discutendo per il preliminare d’acquisto e, nel frattempo, Enel sta proseguendo con le opere propedeutiche nella ex centrale”. “E’ stato un convegno incentrato sul turismo sostenibile, all’aria aperta, quello che il gruppo Human Company ha promosso a Porto Tolle - prosegue il sindaco - hanno rivelato i numeri di questo turismo outdoor che, in Italia, valgono circa 5 miliardi di euro, ovvero il 13% del Pil nazionale”. Ad aprire i lavori del convegno il sindaco di Firenze, Dario Nardella, e il ceo di Human Company, Marco Galletti. Tra i relatori Massimo Sumberesi, Head of Doxa Marketing Advice, che ha parlato del turismo oggi, quali siano i fenomeni emergenti e il trend. Quindi Mirko Lalli, fondatore e ceo di Travel Appeal, il quale ha presentato l’Osservatorio sul turismo outdoor.

L’assessore regionale veneto al Turismo, il polesano Corazzari, ha sottolineato quindi, nel suo intervento, come proprio il Veneto sia il motore del turismo outdoor in Italia, con un discorso molto accorato nel quale ha sottolineato l’importanza che ha proprio Porto Tolle in questo scenario. E’ stato quindi Marco Fregale, responsabile del progetto Futur-E di Enel, a parlare di questo nuovo modo di riqualificare i territori, a partire da quello della ex centrale di Polesine Camerini. Dopo gli interventi del manager di Booking.com Italia, Alberto Yates e di altri manager impegnati nel settore del turismo, ha chiuso il convegno Claudio Cardini, fondatore e titolare della Human Company.

Siamo riusciti a parlare con Cardini del progetto a Porto Tolle, sul quale credono fortemente - riprende Pizzoli - hanno un piano di 200 milioni di euro per il villaggio a Polesine Camerini e a Eraclea, strutture che dovranno essere energeticamente sostenibili. Proprio per questo tutto procede a pari passo con Enel”. “Abbiamo ribadito alla proprietà del gruppo, e lo ha anche sottolineato l’assessore Corazzari durante il suo intervento, l’importanza turistica di Porto Tolle - ha concluso Pizzoli - l’unicità del suo ambiente così fragile ma allo stesso tempo appetibile per un certo tipo di turismo e mercato appropriati. Stiamo facendo passi avanti con la Regione Veneto, e siamo stati elogiati come modello dal punto di vista degli investimenti possibili”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl