you reporter

Porto Tolle

Vittime della strada, non solo il ricordo

Mercoledì l’iniziativa per la Giornata nazionale con gli alunni delle scuole medie, voluta dal sindaco Roberto Pizzoli

Un’auto e una vespa incidentati, al centro di piazza Ciceruacchio a Porto Tolle. Dei fiori ai loro piedi. E’ così che l’amministrazione comunale di Porto Tolle ha deciso di celebrare mercoledì 21 novembre la Giornata nazionale del ricordo delle vittime della strada. Una iniziativa fortemente voluta dal sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli, per la quale sono state coinvolte tre classi delle medie del capoluogo. Oltre a Pizzoli, hanno partecipato gli agenti della Polizia locale Allan Travaglia e Ramona Bellan, la comandante Michela Trombin, il commissario della Polizia di Stato della stazione di Porto Tolle, Giuseppe Di Majo, il luogotenente dei Carabinieri Pierluigi Frattoni e il questore di Rovigo, Fabio Cilona.

“E’ stato proiettato in sala consigliare un video della Polizia locale sull’attenzione che bisogna prestare nel seguire il codice della strada - racconta Pizzoli - dall’obbligo delle cinture all’utilizzo con auricolari o vivavoce dello smartphone”. Molti i genitori che hanno perduto una figlia o un figlio a causa di un incidente stradale, presenti alla giornata per testimoniare il dramma di perdere un figlio in questo tragico modo. “L’intento della giornata non voleva essere solo quello di ricordare, per un momento, tutte le vittime della strada - ha sottolineato Pizzoli - ma che questo sia condiviso sempre, il ricordo sia sempre presente. E che fin da piccoli tutti stiano vicini a chi porta la divisa, per poterla rispettare una volta diventati adulti. Abbiamo voluto dare consapevolezza a tutti della necessità di rispettare le regole, e che questo insegnamento venga portato nelle scuole”.

Il commissario Di Majo ha ribadito il valore e l’impegno quotidiani delle forze dell’ordine, il luogotenente Fratton ha raccomandato a tutti di seguire le regole della strada in bici e in scooter, mentre il questore Cilona invece ha applaudito per la presenza di tanti giovani in sala, peraltro molto attenti e partecipativi. Uno dei genitori ha voluto quindi leggere una lettera dedicata al figlio perso in un incidente stradale, momento molto toccante della mattinata, conclusa con la deposizione di un mazzo di fiori ai piedi dell’auto e dello scooter incidentati, rimasti esposti per tutta la giornata.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl